Un fine settimana…a tutto J!

j-classUn fine settimana nel segno della classe J: a Riva del Garda è andato in scena il Campionato Europeo (e Nazionale) J70, organizzato dalla Fraglia Vela Riva, con ben 33 barche in acqua provenienti da 8 nazioni; al Marina di Loano invece si è tenuto il Campionato Italiano J80, con 12 barche al via.

calvi-networkEUROPEO J70
Nove prove, tanto spettacolo a Riva del Garda. Ad aggiudicarsi il titolo Europeo, tra ora e peler, è stato Carlo Alberini a bordo di Calvi Network, che vince di rimando anche il titolo nazionale. La sua leadership non è stata mai in discussione, anche se verso la fine della manifestazione il team di New Territories capitanato dallo spagnolo Hugo Rocha (bronzo olimpico ad Atlanta ’96) si era pericolosamente avvicinato. Ma l’equipaggio battente i colori della Compagnia della Vela di Pesaro, composto da Alberini, Branko Brcin, Irene Bezzi e Sergio Blosi (nella foto) non si è lasciato intimorire e ha chiuso in grande stile vincendo l’ultima prova. Bene Uji della coppia Marinelli-Casale, terzi assoluti. Tra i Corinthian (ovvero gli equipaggi composti da non professionisti) la vittoria è andata a agli inglesi di Baby J (armatore Charlie Esse) davanti ai connazionali di Jawbreaker (David Atkinson): buon bronzo per Andrea Magni (CNAM Alassio) su “Pensavo Peggio”.

J80ITALIANO J80
Al Marina di Loano si è data appuntamento la “creme” velica italiana per il Campionato Italiano J80: basta guardare il podio finale per capire il livello. Ha vinto, dopo 7 prove combattute sul filo del rasoio, la barca di Giacomo Loro Piana con alla tattica Francesco Ivaldi, seguita (a pari punti) da quella di Michele Galli (tattico Francesco De Angelis) e, sempre allo stesso punteggio, dal team di Edoardo Lupi con Lorenzo Bressani come tattico. Alberto Signorini (assieme a Tommaso Chieffi) ha chiuso in quarta posizione mentre lo specialista della classe, pluricampione italiano Massimo Rama (tattico Attilio Coppa), si è dovuto accontentare della quinta piazza.

 

Immagine-2-copia


ENTRA NEL CLUB DEL GIORNALE DELLA VELA
Ti piace il nostro punto di vista sul mondo della vela? Allora non devi far altro che entrare nel club e iscriverti alla nostra newsletter gratuita, per ricevere ogni settimana le migliori news di vela selezionate dalla nostra redazione. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “Iscrivimi”.


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


C’è di più! Sul nostro canale YouTube ti aspetta tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video!

ISCRIVITI GRATIS

ABBONATI E SOSTIENICI

Hai visto quanta carne al fuoco? Se apprezzi il nostro lavoro abbonati al Giornale della Vela. Non solo ricevi a casa la rivista ma ti facciamo un regalo unico: accedi all’archivio storico digitale del Giornale della Vela e leggi centinaia e centinaia tra i migliori articoli apparsi sulle pagine del GdV dal 1975 ai giorni nostri!

ABBONATI SUBITO


 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Continua a leggere

Pulisce il winch, esplode la barca. Cosa è successo?

Lo scorso 26 novembre lo skipper francese Quentin Mocudet mentre stava facendo alcuni lavori di manutenzione al suo Mini 6.50 “Kiralamure”, ha fatto scoppiare un incendio che ha fatto esplodere la barca. Sembra che stesse utilizzando la famosa “Benzina F”.

Torna su