developed and seo specialist Franco Danese

18 piedi australiano: siete pronti a farvi venire i brividi?

Alberto Bona - Ph. Jacques Vapillon
Alberto Bona strepitoso alla Valencia Mini 650!
24 settembre 2014
Ciao Manfred, uomo normale, grande navigatore
24 settembre 2014

Sharing is caring, condividilo con i tuoi amici!


E’ iì padre di tutti gli skiff. Il 18 piedi australiano non conosce rivali in quanto a spettacolarizzazione delle sue prestazioni e a quelle dei suoi equipaggi a bordo. Questo video è una sorta di raccolta delle immagini più spettacolari legate a questa classe di “pazzi”. Ma sapete da dove arrivano queste adrenaliniche imbarcazioni?

UN PO’ DI STORIA

L’idea di skiff nasce più di 100 anni fa, nella seconda metà del 1800 nella baia di Sidney in Australia, dove venivano utilizzati da alcuni pescatori per far imbarcare i passeggeri sulle navi ferme all’ancora in mezzo alla baia.  Queste barche diventano presto protagoniste di sfide che coinvolgono appassionati di nautica pronti a scommettere su quella più veloce. È così che un gruppo di amanti della vela inizia una sfida infinita e ancora viva: realizzare imbarcazioni ogni anno più veloci aumentandone la superficie velica e la spettacolarità, realizzando scafi e vele coloratissime e dotati di maestose terrazze create per contrastare l’effetto del vento. Queste sfide avevano poche e semplici regole: le imbarcazioni dovevano essere lunghe 18 piedi e larghe non più di 8, la superficie velica poteva essere illimitata così come l’equipaggio a bordo, che spesso superava le 25 persone. La storia degli skiff è quindi fin dagli esordi legata strettamente a un’idea di spettacolarità e divertimento e non ha mai perso nel corso degli anni questa identità fatta di colori sgargianti, velocità portate al limite estremo, prestazioni e scuffie spettacolari.

 

Barcolana-900x100

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi