Vele d’Epoca di Imperia, ecco chi ha vinto

Si è conclusa domenica la 18ma edizione delle Vele d’Epoca di Imperia, che ha visto sfidarsi nel capoluogo ligure ottanta “signore del mare”. Ecco tutti vincitori, categoria per categoria:

BIG BOAT – Moonbeam IV (Loug Rives)
CLASSICI 1 – Namib (Pietro Bianchi
CLASSICI 2 – Naif (Ivan Gardini)
CLASSICI 3 – Huna II (Sandro Cepollina)
EPOCA AURICI – Olympian (Philippe Oddo)
EPOCA MARCONI – Sirius (Paolo Zannoni)
IOR – Miss K (Piermarco Babando)
SPIRIT OF TRADITION – Kis (Theo Danel)
SUPER BIG BOAT – Elena (Steve McLaren)

OlympianLA PIU’ ELEGANTE DI TUTTI
E’ Olympian, uno scafo di 16,76 mt del 1913 nato dal progetto di William Gardner, vincitore nella classe classe Aurici, ad aggiudicarsi il Premio d’eleganza della 18°edizione delle Vele d’Epoca di Imperia – Panerai Classic Yachts Challenge. La barca batte bandiera francese e l’armatore e skipper si chiama Philippe Oddo. Debuttante assoluta, per la prima volta partecipa ad un raduno di velieri storici. Il giudizio è stato praticamente unanime, ha riportato uno score di 178,5 su 180 punti.

Questi i requisiti per aggiudicarsi il premio d’eleganza:

-divisa in ordine e uguale per tutti
-disposizione dell’equipaggio in ordine crescente
-scafo pulito e in perfetto stato
-bandiera di pappa ammainata al momento del saluto
-bandiera issata subito dopo il saluto
-rispetto dell’evoluzione nelle acque del porto
-saluto alla giuria

Vele-epocaPartono oggi le regate dell’edizione numero 18 delle Vele d’Epoca di Imperia, l’evento riservato agli scafi d’antan più affollato d’Italia, valido come quinta tappa del circuito Panerai Classic Yachts Challenge. Sono 80 le imbarcazioni al via in questa edizione, che celebra anche i 10 anni di partnership con Officine Panerai.

imageLA BARCA DEI KENNEDY
Tra le tante barche partecipanti, suddivise nelle categorie Epoca, Classic, Big Boats e Super Big Boats (oltre i 30 metri), una menzione particolare merita il Manitou. Misura 62 piedi fuori tutto, 44 al galleggiamento, 13 al baglio massimo e 9 di pescaggio. Sarebbe una ‘regina del mare’ come le altre se non fosse che lo yacht in questione appartiene alla famiglia Kennedy. Il ‘Manitou’ è stata ‘Casa Bianca galleggiante’ all’epoca di John F. Kennedy. Uno yacht di super lusso che James Lowe, il nipote di Kennedy ha deciso di sottoporre ad un lungo restauro. E poi Chinook, Syrius, Namib, Bufeo Blanco, il Moro di Venezia, Eilean, Mariquita, Halloween e molte altre a rendere le banchine della calata Anselmi uno spettacolo unico.

LE VELE D’EPOCA
Nato nel 1986, il Raduno di Vele d’Epoca di Imperia è diventato presto un appuntamento fondamentale nel calendario delle manifestazioni dedicate alle imbarcazioni storiche. All’inizio di settembre riunisce moltissime delle principali protagoniste delle regate e del diporto della prima metà del secolo scorso. A partire dall’ottava edizione il Raduno di Imperia ha assunto cadenza biennale – si svolge quindi solo negli anni pari, alternandosi con Le Vele d’Epoca di Porto Rotondo – ed è oggi sicuramente, nel suo genere, uno degli eventi più importanti del Mediterraneo per partecipazione e forte tradizione marinara.

(Foto: imperiapost.it)


ENTRA NEL CLUB DEL GIORNALE DELLA VELA
Ti piace il nostro punto di vista sul mondo della vela? Allora non devi far altro che entrare nel club e iscriverti alla nostra newsletter gratuita, per ricevere ogni settimana le migliori news di vela selezionate dalla nostra redazione. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “Iscrivimi”.


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


C’è di più! Sul nostro canale YouTube ti aspetta tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video!

ISCRIVITI GRATIS

ABBONATI E SOSTIENICI

Hai visto quanta carne al fuoco? Se apprezzi il nostro lavoro abbonati al Giornale della Vela. Non solo ricevi a casa la rivista ma ti facciamo un regalo unico: accedi all’archivio storico digitale del Giornale della Vela e leggi centinaia e centinaia tra i migliori articoli apparsi sulle pagine del GdV dal 1975 ai giorni nostri!

ABBONATI SUBITO


 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Continua a leggere

Torna su