developed and seo specialist Franco Danese

Coppa America, a Londra tutti insieme appassionatamente

Centomiglia, tutti i risultati della classica gardesana
10 settembre 2014
Iniziano le regate, vestiti a dovere! Sei capi imperdibili
10 settembre 2014

Sharing is caring, condividilo con i tuoi amici!

sfidantiAria di festa in Coppa America… il primo atto comune di tutta l’operazione edizione 2017 è stato infatti a Londra nello splendido Hotel St Pancras Renassaince, scelto non a caso perché è anche la stazione di arrivo dell’Eurostar e di molte connessioni della ex capitale dell’Impero con il mondo. E il mondo c’era: cinque sfidanti e il defender, in attesa di un sesto sfidante nei prossimi mesi. La foto ci restituisce comunque il meglio della vela.

coppaQUASI COME NEL ’92
Chi sono i cinque sfidanti di Oracle ormai lo sappiamo bene. Luna Rossa con Max Sirena sta lavorando per sostituire il COR dimissionario (Challenger of Record) con un comitato di sfidanti. Era stato più o meno così già nel 1992 e nel 1995, quando  il COR per non forzare interpretazioni del Deed of Gift esisteva ma condivideva con deleghe e uomini ogni decisione con gli altri sfidanti. Lo spirito era anche quello di creare un blocco solido e compatto “contro” il defender per “strappare la Coppa agli americani”. Adesso le cose sono un po’ diverse, alle riunioni che ci sono state finora hanno partecipato tutti, Defender compreso, per condividere programmi e ambizioni, e si vuole arrivare a un comitato sfidante per un grande evento prima di altre considerazioni.

UN “GURU” PER LE WORLD SERIES
Voci interne dicono che da qualche settimana Russell Coutts è “più trattabile del solito”, potrebbe essere un segno che alcune sue idee sono state silenziate. E’ anche arrivato un tipo molto tosto a lavorare agli aspetti commerciali e alla organizzazione delle World Series.  Si chiama Harvey Shiller e scorrendo il suo curriculum si scopre che ha meritato una Flying Cross nella United States Air Force. Ha lavorato molto con il baseball e sembra comprendere il significato della parola “pubblico”.

I FAVORITI PER I DEFENDER? I NEOZELANDESI
Lo skipper di Oracle James Spithill ha reso l’onore delle armi allo sconfitto di San Francisco, Dean Barker: “Team New Zealand è il favorito”
. Forse è vero, risalire da una così dura sconfitta può dare una forza estrema. Dean “Dino” sembra praticare bene il vecchio detto “la calma è la virtù dei forti” e  nasconde bene una situazione che dall’altra parte del mondo non è così facile, con i giornali che accusano lui e Dalton di  essere diventati ricchi con le Coppa. Barker è rampollo di una famiglia importante, a Grant lasciamo il diritto di essere uno degli atleti più pagati della vela, con quello che ha fatto in vita sua.

GLI ALTRI SFIDANTI
Ben Ainslie
, costretto dal ruolo a uscire dal suo guscio autistico di singolista ha parlato di “budget a buon punto, faremo di tutto per vincere, se dovessi correre domani sarei io il timoniere, ma tra due anni le cose potrebbero cambiare”.  Frank Cammas  ha presentato Team France: diciamoci la verità, se un uomo così non riuscirà a trovare sostegno economico in patria sarà davvero difficile per la Francia ritrovare un ruolo nel massimo evento velico.  Il più sorridente? Nathan Outteridge di Artemis, giovane e felice del suo ruolo, osservato a distanza da Iain Percy il supercampione e skipper.

Antonio Vettese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi