Coppa America, a Londra tutti insieme appassionatamente

IL REGALO PERFETTO!

Regala o regalati un abbonamento al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno hai la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi.

sfidantiAria di festa in Coppa America… il primo atto comune di tutta l’operazione edizione 2017 è stato infatti a Londra nello splendido Hotel St Pancras Renassaince, scelto non a caso perché è anche la stazione di arrivo dell’Eurostar e di molte connessioni della ex capitale dell’Impero con il mondo. E il mondo c’era: cinque sfidanti e il defender, in attesa di un sesto sfidante nei prossimi mesi. La foto ci restituisce comunque il meglio della vela.

coppaQUASI COME NEL ’92
Chi sono i cinque sfidanti di Oracle ormai lo sappiamo bene. Luna Rossa con Max Sirena sta lavorando per sostituire il COR dimissionario (Challenger of Record) con un comitato di sfidanti. Era stato più o meno così già nel 1992 e nel 1995, quando  il COR per non forzare interpretazioni del Deed of Gift esisteva ma condivideva con deleghe e uomini ogni decisione con gli altri sfidanti. Lo spirito era anche quello di creare un blocco solido e compatto “contro” il defender per “strappare la Coppa agli americani”. Adesso le cose sono un po’ diverse, alle riunioni che ci sono state finora hanno partecipato tutti, Defender compreso, per condividere programmi e ambizioni, e si vuole arrivare a un comitato sfidante per un grande evento prima di altre considerazioni.

UN “GURU” PER LE WORLD SERIES
Voci interne dicono che da qualche settimana Russell Coutts è “più trattabile del solito”, potrebbe essere un segno che alcune sue idee sono state silenziate. E’ anche arrivato un tipo molto tosto a lavorare agli aspetti commerciali e alla organizzazione delle World Series.  Si chiama Harvey Shiller e scorrendo il suo curriculum si scopre che ha meritato una Flying Cross nella United States Air Force. Ha lavorato molto con il baseball e sembra comprendere il significato della parola “pubblico”.

I FAVORITI PER I DEFENDER? I NEOZELANDESI
Lo skipper di Oracle James Spithill ha reso l’onore delle armi allo sconfitto di San Francisco, Dean Barker: “Team New Zealand è il favorito”
. Forse è vero, risalire da una così dura sconfitta può dare una forza estrema. Dean “Dino” sembra praticare bene il vecchio detto “la calma è la virtù dei forti” e  nasconde bene una situazione che dall’altra parte del mondo non è così facile, con i giornali che accusano lui e Dalton di  essere diventati ricchi con le Coppa. Barker è rampollo di una famiglia importante, a Grant lasciamo il diritto di essere uno degli atleti più pagati della vela, con quello che ha fatto in vita sua.

GLI ALTRI SFIDANTI
Ben Ainslie
, costretto dal ruolo a uscire dal suo guscio autistico di singolista ha parlato di “budget a buon punto, faremo di tutto per vincere, se dovessi correre domani sarei io il timoniere, ma tra due anni le cose potrebbero cambiare”.  Frank Cammas  ha presentato Team France: diciamoci la verità, se un uomo così non riuscirà a trovare sostegno economico in patria sarà davvero difficile per la Francia ritrovare un ruolo nel massimo evento velico.  Il più sorridente? Nathan Outteridge di Artemis, giovane e felice del suo ruolo, osservato a distanza da Iain Percy il supercampione e skipper.

Antonio Vettese

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ti facciamo un regalo

La vela, le sue storie, tutte le barche, gli accessori. Iscriviti ora alla nostra newsletter gratuita e ricevi ogni settimana le migliori news selezionate dalla redazione del Giornale della Vela. E in più ti regaliamo un mese di GdV in digitale su PC, Tablet, Smartphone. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “iscrivimi”. Riceverai un codice per attivare gratuitamente il tuo mese di GdV!

Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


In evidenza

Può interessarti anche

69esima Regata dei Tre Golfi. Ecco come sta andando

È partita da Napoli ieri pomeriggio la 69esima edizione della Regata dei Tre Golfi. 150 miglia tra le isole dei tre golfi, passando per Ischia, Procida, Zannone, Ponza e Capri. Oltre 100 le imbarcazioni iscritte. A 15 miglia dall’arrivo, Magic

Trionfo Tita. E adesso Olimpiadi e Coppa America

Ha fatto bene a Ruggero Tita, l’allenamento invernale con Luna Rossa e giocare al simulatore assieme a Marco Gradoni. Il poker di Ruggi il Freddo Ha stravinto con venti punti di vantaggio il suo quarto campionato mondiale Nacra 17 (e

Registrati



Accedi