developed and seo specialist Franco Danese

Enfant Terrible, arriva il “triplete” a Kiel

Da velista d’acqua dolce a marinaio salato – prima parte
10 agosto 2014
THE BOAT SHOW – Sali a bordo del megatrimarano Spindrift 2!
10 agosto 2014

Sharing is caring, condividilo con i tuoi amici!

Enfant-terribleE sono tre. Dopo i successi di Cres nel 2011 e Helsinki nel 2013, Enfant Terrible – Minoan Lines di Alberto Rossi ha vinto il Campionato Mondiale ORC di Kiel. Una vittoria ottenuta in rimonta: il team dell’armatore anconetano ha iniziato il campionato non al meglio, salvo poi vincere cinque delle ultime sei prove e spodestare la rivelazione della regata, il Landmark 43 del norvegese Claus Landmark. Oltre al tattico Lorenzo Bressani, a bordo del TP52 di Rossi hanno regatato Gabriele Benussi (randa), Daniele Cassinari (stratega), Francesco Mongelli (navigatore), Claudio Celon (trimmer), Massimo Gherarducci (grinder) e Federico Giovannelli (grinder). Bene anche Silva Neo, il GP42 di Dennis Gehrlein, finito terzo davanti al Cookson 50 norvegese Camilla, portato dalla coppia Montefusco-Ferrarese, e al TP52 Wolfpack di Thomas Nilsson, campione europeo 2013. Sesto posto, e titolo Corinthian, per i giovanissimi tedeschi di Immac One4All, compagni di allenamento di Enfant Terrible-Minoan Lines.

Premiazione-enfant-terrible“ANDIAMO A RIPRENDERCI IL TITOLO”
Nel corso dell’ultimo anno mi sono tornate in mente più volte le parole che pronunciai all’indomani del Mondiale ORCi di Ancona: fra dodici mesi andremo a Kiel a riprenderci il titolo vinto nel 2011 e nel 2012. Un pensiero fisso, per soddisfare il quale ho messo insieme un gruppo di velisti straordinari, che ha lavorato con passione, dedizione e professionalità – ha spiegato un felicissimo Alberto Rossi poco dopo aver cantato l’Inno di Mameli assieme ai suoi ragazzi – Questa vittoria ci ripaga per tutti gli sforzi profusi e dimostra che la programmazione è alla base di tutto. Siamo giunti in Germania con una barca preparata al meglio e le carte in regola per imporci. Non abbiamo mollato mai, anche quando le cose sembravano non andare per il verso giusto. Non è stato facile, ma alla fine possiamo dire che vincere così è ancora più bello. Infine, un ringraziamento di cuore a Daniele Cassinari che nonostante una settimana difficile a livello personale, non ha mai fatto venire meno la sua professionalità: sono persone come lui che aiutano a fare la differenza”.

E C’È CHI SI CUCE LA “STELLA”
Dal canto suo, lo stratega di Enfant Terrible-Minoan Lines, nonché responsabile del progetto vele per conto di North Sails, ha commentato: “Provo una grande soddisfazione, perché abbiamo conseguito un risultato importante al termine di un evento ricco di ostacoli. Mi sono appena complimentato personalmente con Lorenzo Bressani, che nel corso di questo Mondiale non ha mai sbagliato una chiamata, confermandosi un tattico di grande spessore. Per me è il decimo titolo iridato, quello della stella: ricordo ancora il primo, vinto assieme a Flavio Favini nel 1995. Allora ero più giovane e avevo meno capelli bianchi: questo è un aspetto che dovrebbe farmi riflettere”.

Dopo un breve periodo di vacanza, l’Enfant Terrible Sailing Team tornerà a radunarsi per prendere parte alle Rolex Big Boats Series di San Francisco (11-14 settembre), valide come ultima tappa del Farr 40 US Circuit Championship e come evento preparatorio in vista del Mondiale di classe, in programma sullo stesso campo di regata tra il 16 e il 18 ottobre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi