La Barcolana si rinnova e diventa ancora più spettacolare

barcolana“Innovazione e riposizionamento dell’evento” sono le linee guida per l’organizzazione della prossima Barcolana, la numero quarantasei, presentata a Trieste, che si svolgerà dal 3 al 12 ottobre prossimi. Parola di Mitja Gialuz, neoeletto presidente della Società Velica di Barcola e Grignano, ideatrice e organizzatrice di quella che è diventata con il tempo la più affollata regata delVecchio Continente.

L’ARRIVO NEL CUORE DELLA CITTA’
“Pur rimanendo attaccati alla tradizione di questa regata – ha spiegato Gialuz – la kermesse giuliana si rinnova per divenire più stimolante per i velisti e più spettacolare per il pubblico che la seguirà da terra”. Appunto uno stretto legame tra eventi in mare e a terra è al centro della rivoluzione promossa dal gestione Gialuz. A questo proposito, il percorso subirà un’importante modifica. La linea di partenza verrà spostata più a riva, verso il circolo organizzatore, mentre l’arrivo sarà, per la prima volta nella storia della regata, davanti Piazza Unità cosicché il pubblico “possa toccare con mano” i concorrenti sul traguardo.

Mitja Gialuz posa vicino al manifesto della Barcolana numero 46
Mitja Gialuz posa vicino al manifesto della Barcolana numero 46

UN MANIFESTO “FIRMATO”
Infine il manifesto di Barcolana 46, che anche quest’anno è un prodotto “firmato”. La firma appunto è quella di Luca Missoni, il figlio di Ottavio, scomparso un anno fa. Sul visual non ci sono vele, ma delle policromatiche onde, in tipico stile Missoni. Originaria della Dalmazia, la famiglia Missoni ha visto germogliare la propria fortuna proprio nella città giuliana, dove il poliedrico Ottavio, atleta e velista con alle spalle numerose partecipazioni alla Barcolana, fondò la prima azienda di abbigliamento sportivo.

Giacomo Baldassari

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Continua a leggere

campionato invernale

Fenomenologia (semiseria) del Campionato Invernale

Finita l’estate, il regatante lo sa. E’ tempo di Campionati Invernali, in giro per le nostre coste: li seguiremo per voi, con vincitori, cronache e storie. Ma per introdurvi l’argomento come si deve, abbiamo chiesto a Marco Cohen, produttore cinematografico

Torna su