developed and seo specialist Franco Danese

Crociera in Croazia? Ecco cinque ristoranti imperdibili!

FOTO Anche gli optimisti, nel loro piccolo, volano…
13 luglio 2014
Duvetica, Angry Red e Baciottinho: questi i tre Campioni Italiani ORC 2014!
13 luglio 2014

Sharing is caring, condividilo con i tuoi amici!

ristoranti-croaziaUna vacanza in barca è soprattuto mare, sole e vento: ma non solo. Sempre più spesso, infatti, si trovano in rete pacchetti organizzati di tour enogastronomici in barca, dove il cibo è il pretesto e la barca il mezzo. Un binomio perfetto che aggiunge alla magia di trascorrere divertenti giornate immersi nella natura anche il piacere dei sensi.

Per questo vogliamo proporvi cinque delle konobe più buone e conosciute in Croazia, precisamente quelle delle Isole Incoronate e dintorni. L’itinerario, ideato per noi dalla redazione di Barcheyacht.it, il sito web dedicato alla prenotazione e creazione di vacanze in barca, ci porta tra i sapori della cucina di mare croata partendo da Murter per poi passare da Smokvica Vela e giungere all’isola dell’Incoronata con due soste previste nella baia di Opat e di Striznja.

OLYMPUS DIGITAL CAMERAIL PESCE SECONDO FABRO
Il porto di partenza è il Marina Hramina di Murter, un villaggio di pescatori e una nota meta di villeggiatura. La struttura ha a disposizione circa 400 posti barca per imbarcazioni fino a 50 metri. Nella piccola baia ci sono moltissimi ristoranti ma uno dei migliori è senza dubbio il Restaurant Fabro(+385 (022) 434-561) che si affaccia sulla riva al mare in un’atmosfera molto suggestiva. C’è disponibilità di ormeggio e corpi morti. Il pontile privato, dotato di elettricità e acqua, può accogliere un discreto numero di imbarcazioni ed ha una forma a T con 24 +15 m di lunghezza e  2,60 m di larghezza mentre la profondità dei fondali è di 3 metri all’ingresso e di 2.5 in prossimità. I prezzi sono medio alti, circa 45 euro per un pasto completo, ma ne vale la pena perché i piatti, sia di pesce crudo che cotto, sono preparati con raffinata passione per la cucina e i buoni sapori. Se siete all’asciutto di inglese o croato potete star tranquilli perché i camerieri parlano un perfetto italiano mentre se volete condividere i piatti con i vostri amici in Italia sbizzarritevi a fotografare, il ristorante ha il wifi free.

konoba-piccoloCENA IN GIARDINO ALLA KONOBA PICCOLO
La navigazione può proseguire in direzione delle Incoronate per fermarsi all’isolotto di Smokvica Vela, sul lato sud del Parco Nazionale di Kornati, precisamente nella baia di Lojena. Qui possiamo si possono degustare le prelibatezze della Konoba Piccolo, uno dei ristorantini più rinomati delle Incoronate e che offre la possibilità di pranzare o cenare all’ombra degli alberi del suo giardinetto interno. C’è un piccolo molo però privo di corpi morti e con un fondale poco profondo costituito da lastre di calcare, l’ormeggio è dunque molto complicato. La gestione del locale è di tipo familiare e a curare i dettagli dei piatti sono i Turcinov, pescatori che preparano spaghetti con granseola, brodetto e pesci alla griglia. I piatti forti sono patè di tonno, spezzatino, pasta con l’aragosta e pijat “Piccolo”. Il tutto è condito con olio extravergine d’oliva di produzione casalinga. Aperto tutta la settimana (+385 98 183 2283 – konobapiccolo@gmail.com).

konoba-opatALLA KONOBA OPAT IL PESCE LO SCEGLIETE VOI
Risalendo verso l’Incoronata ci si può fermare nella baia di Opat, un’insenatura molto vasta con numerosi gavitelli, molti dei quali appartengono ai due ristoranti presenti nell’area, e un pontile con corpi morti e corrente elettrica e fondale di circa 3 metri ma cattivo tenitore. E’ perfetta per un bagno rigenerante ma anche per trascorrere una notte in tranquillità. Come anticipato qui troviamo la Konoba Opat, un delizioso ristorantino (+385-) 091 473 25 50), al quale si può accedere solo via mare, ospitato in bell’edificio in pietra con un rustico gazebo. E’ per questo che il locale mette a disposizione dei suoi clienti circa quindici ormeggi e un pontile galleggiante con possibilità di usufruire della corrente elettrica (utilizzabile però solo quando il locale è aperto). Il piattoforte è il pesce al forno cucinato in grandi teglie e accompagnato da patate e pomodori. Ottimi anche i crostacei e la pasta con l’aragosta. Prima di scegliere il vostro piatto preferito il proprietario, il signor Ante Bozikov, vi accompagnerà ai grandi frigoriferi della cucina per farvi scegliere direttamente il pesce che vorrete mangiare.

konoba-darkoLE MAGIE DEL PESCATORE DARKO
Navigando ancora verso nord si arriva alla baia di Striznja. Qui, prima di fermarvi in uno dei due  ristoranti che accolgono i turisti, la konoba “Quattro” (+385 91 7549420)  con tre pontili in cemento e la konoba “Darko” (+385 98 9409 755, +385 98 435 988 – kornatidarkostriznja@gmail.com), con un pontile e corpi morti(sette), non si può non concedersi una passeggiata sul sentiero che porta alla cima del monte Melina (237 metri) per ammirare il panorama strepitoso sul mare. Se la prima è una konoba amata e preferita prevalentemente dai proprietari di motoscafo il secondo è prettamente per velisti. Il proprietario di quest’ultimo ristorante è un personaggio “sui generis”; si chiama Darko ed è un pescatore di quelli duri e puri. Lo vedrete gironzolare sempre con un bicchiere di vino in mano. Ad accompagnarlo nella gestione del ristorante c’è la moglie Branka e le due figlie. I piatti forti sono branzini, orate,scorfani ma anche deliziosi anche i calamari freschi e le aragoste. Il piatto jolly, invece, è l’agnello che però va ordinato con un po’ di anticipo.

Vi è venuta l’acquolina in bocca? Allora non vi resta che soddisfare questa voglia inziando a scegliere la proposta giusta tra le centinaia di annunci di vacanza in barca presenti su Barcheyacht.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi