developed and seo specialist Franco Danese

Luna Rossa e lo strano caso del “ritorno dei cervelli” da Oracle

Anche gli studenti bresciani vogliono volare e si inventano uno skiff
12 giugno 2014
Vele d’epoca – Bentornata, “Giorgetta” (e chi vuole quest’estate ci va in crociera)
13 giugno 2014

Sharing is caring, condividilo con i tuoi amici!

team-luna-rossaPatrizio Bertelli non si fa intimorire dal Protocollo che regolerà la 35ma America’s Cup (infarcito di vantaggi e concessioni al defender Oracle) e lancia la sua quinta sfida alla conquista della Auld Mug, come viene chiamata in gergo la “brocca” più famosa del mondo. L’imprenditore toscano, primo italiano nella storia ad essere inserito nell’America’s Cup Hall of Fame, eguaglia così il numero di partecipazioni di Sir Thomas Lipton. Oggi è stato presentato ufficialmente l’intero entourage con cui Luna Rossa prenderà parte alla campagna di Coppa: base a Cagliari, colori del Circolo della Vela Sicilia, prima Series con l’AC45, poi la fase finale con i nuovi AC62 nel 2017. Confermati Max Sirena alla guida del team, Checco Bruni nel ruolo di timoniere e tattico e molti altri. C’è una cosa che colpisce però: sarà che Larry Ellison e Russell Coutts, da qualche anno a questa parte, non stanno più simpatici a nessuno, ma si è verificato un vero e proprio “ritorno di cervelli” da Oracle a Luna Rossa, sia nel sailing team che in quello di progettazione.

luna-rossa-oracleCHI RITORNA (E ARRIVA PER LA PRIMA VOLTA) DA ORACLE
A cominciare da Shannon Falcone: il livornese classe ’81 (ma trasferito ad Antigua a soli tre anni) aveva iniziato la sua carriera di velista da Coppa nel 2007 con Luna Rossa, per poi passare a Oracle nelle edizioni 2010 e 2013. Ora, dopo che ha alzato al cielo la “brocca” due volte, si mette al servizio del patron Bertelli nel ruolo di grinder e prodiere. Un altro gradito ritorno è rappresentato da Gilberto “Gillo” Nobili, che nel 2003 venne chiamato su Luna Rossa da Romolo Ranieri e prese parte alle campagne 2003 e 2007, passando con gli yankee e vincendo anch’egli le edizioni 2010 e 2013: il quarantenne di Castelnovo ne’ Monti (RE) ricoprirà il ruolo di grinder, preparatore atletico (fisicamente è una “bestia”!) e analizzerà le performance del catamarano. Per quanto riguarda la progettazione, ritorna a casa anche Mario Caponnetto, architetto navale genovese classe ’61 che con Oracle era stato membro chiave del team sia nella progettazione dell’ala rigida che nelle CFD (Computational Fluid Design) nelle vittoriose campagne 2010-2013, dopo essere stato al servizio di Luna Rossa dal 2004 al 2007. Lo ha seguito a ruota il suo allievo Michele Stroligo, trentenne triestino nel team di progettazione yankee per la campagna del 2013 nell’ambito delle CFD, lo stesso per il quale è stato assoldato da Bertelli. Un altro “ex” di Larry Ellison e Russell Coutts è Simeon Tienpont, olandese che sarà responsabile della barca, grinder e prodiere.

bertelli-sirenaLE CONFERME
Come anticipato, la direzione del team sarà affidata a Max Sirena la cui capacità, secondo Bertelli, di “saper gestire i rapporti con i suoi collaboratori: capisce le logiche e le problematiche di ogni settore del team e si pone in modo paritetico con tutti i suoi interlocutori”, è fondamentale, senza contare la sua abilità nel creare gruppo. Ci sarà Francesco “Checco” Bruni, questa volta molto probabilmente nel ruolo di timoniere titolare e tattico, ruolo che condivide con un altro confermato, l’inglese Chris Draper, timoniere dell’AC72 all’ultima Coppa America. Gli altri “rinnovi”: Pier Luigi De Felice come trimmer, Emanuele Marino come grinder e prodiere, Marco Mercuriali come allenatore e esperto di allenamento, Manuel Modena (trimmer, grinder e prodiere), Marco Montis (grinder e preparatore atletico) e Alister Richardson (trimmer dell’ala).

nwe-entryLE “NEW ENTRY”
Tra i nomi “caldi” e nuovi, spunta quello di Marcelino Botin. Proprio lui, quello dello studio di progettazione Botin & Partners che sforna i migliori TP52 e che ha lavorato per i kiwies alla Coppa del 2007, oltre che aver progettato il VOR70 Puma. Per Luna Rossa, sarà il capo progettista. Una solida sicurezza. Come architetto navale, è stato reclutato Martin Fischer, il “guru” dei foil. Dalla sua matita sono nati i recenti GC32 e i Flying Phantom, tanto per citare alcune delle sue creazioni. A proposito di barche volanti: ci sarà anche Bora Gulari, campione americano di origini turche, due volte iridato sui Moth. Alla sua prima campagna di Coppa, studierà le performance della barca. Non poteva mancare un altro grande della vela veloce: Pietro Sibello, uno dei più forti timonieri al mondo sui 49er, nel ruolo di allenatore e trimmer dell’ala. Le altre new entry sono rappresentate da Benjamin Durham (coordinatore del sailing team) e Adam Minoprio (timoniere, tattico e trimmer dell’ala).

QUI TROVATE NEL DETTAGLIO IL TEAM E TUTTE LE INFORMAZIONI SULLA SFIDA DI LUNA ROSSA ALLA 35MA AMERICA’S CUP: Luna Rossa alla 35ma Coppa America

GUARDA IL VIDEO DI PRESENTAZIONE DI LUNA ROSSA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi