Quattro velisti dispersi in Atlantico, la Guardia Costiera interrompe le ricerche

cheeky-rafikiLa Guardia Costiera statunitense ha interrotto le ricerche dei quattro velisti che, a bordo del First 40.7 “Cheeki Rafiki”, sono naufragati in Atlantico mentre erano di ritorno verso la Gran Bretagna dalla Antigua Sailing Week. L’ultima comunicazione proveniente da bordo della barca è datata giovedì 15 maggio, quando l’equipaggio aveva lanciato l’SOS dicendo di essere diretto alle Azzorre e che il Beneteau stava imbarcando acqua ma non si riusciva a capire da dove.

I QUATTRO VELISTI SCOMPARSI NEL NULLA
E’ molto probabile che la barca sia affondata e i quattro uomini (Andrew Bridge, 21 anni, Paul Goslin, 56, James Male, 23, e Steve Warren, 52) l’abbiano abbandonata a bordo della zattera di salvataggio, ma purtroppo, dopo una ricerca frenetica durata due giorni, con tre Canadair impegnati nell’area circostante a dove è avvenuto incidente (più di 4.000 miglia miglia quadrate), non è stato trovato nulla. Non hanno aiutato le condizioni meteo, con venti oltre i 50 nodi, onde di più di sei metri e visibilità ridotta a un miglio.

BARCA RIBALTATA?
Una nave cargo ha chiamato la Guardia Costiera dicendo di avere incrociato nella zona (compresa tra Cape Cod e le Azzorre) uno scafo ribaltato, ma di non essersi fermata perché era evidente che a bordo non ci fosse nessuno.

(immagini tratte da bbc.com)


ENTRA NEL CLUB DEL GIORNALE DELLA VELA
Ti piace il nostro punto di vista sul mondo della vela? Allora non devi far altro che entrare nel club e iscriverti alla nostra newsletter gratuita, per ricevere ogni settimana le migliori news di vela selezionate dalla nostra redazione. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “Iscrivimi”.


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


C’è di più! Sul nostro canale YouTube ti aspetta tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video!

ISCRIVITI GRATIS

ABBONATI E SOSTIENICI

Hai visto quanta carne al fuoco? Se apprezzi il nostro lavoro abbonati al Giornale della Vela. Non solo ricevi a casa la rivista ma ti facciamo un regalo unico: accedi all’archivio storico digitale del Giornale della Vela e leggi centinaia e centinaia tra i migliori articoli apparsi sulle pagine del GdV dal 1975 ai giorni nostri!

ABBONATI SUBITO


 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

3 commenti su “Quattro velisti dispersi in Atlantico, la Guardia Costiera interrompe le ricerche”

  1. Pingback: Velisti dispersi in oceano, il web si mobilita e chiede aiuto chi naviga in Atlantico | Giornale della Vela - notizie di vela - regate - crociera

  2. è capitato anche a noi piu’ o meno nello stesso punto. In quel tratto di oceano si formano delle onde molto grandi e ripide. Ci siamo traversati. l’inclinometro si è fermato a 140° Sono finito in acqua ma le cinghie hanno tenuto. L’amico Carles al timone,legato corto, al raddizzamento della barca si è trovato dentro. Siamo ripartiti. Ojala II il nome della barca, temo abbia fatto la differenza

  3. Pingback: Tutti morti i quattro velisti inglesi naufragati in Atlantico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Continua a leggere

campionato invernale

Fenomenologia (semiseria) del Campionato Invernale

Finita l’estate, il regatante lo sa. E’ tempo di Campionati Invernali, in giro per le nostre coste: li seguiremo per voi, con vincitori, cronache e storie. Ma per introdurvi l’argomento come si deve, abbiamo chiesto a Marco Cohen, produttore cinematografico

Torna su