developed and seo specialist Franco Danese

Rivoluzione patente nautica. L’esame teorico sarà a quiz dal 15 luglio

Euphoria 68: il secondo modello della gamma luxury di Sirena Marine
15 maggio 2014
VIDEO La metamorfosi del maxi trimarano Sodebo in due minuti
16 maggio 2014

Sharing is caring, condividilo con i tuoi amici!

patenteLa parte teorica dell’esame della patente nautica sia entro che oltre le 12 miglia dal prossimo 15 luglio sarà sottoforma di quiz, come quello per la patente automobilistica e non più orale. Lo abbiamo chiesto alla Capitaneria di Porto di La Spezia, che ci ha confermato questo cambiamento, che segue una circolare emanata in data 4 aprile 2014 dalla Direzione Marittima di Genova. Questa novità si riferisce alle Capitanerie di La Spezia e Genova, il metodo d’esame sarà uguale su tutto il territorio nazionale.

NUOVA PROVA DI TEORIA COME CAMBIA L’ESAME
Il sito della scuola ParmaVela ha studiato in maniera approfondita la circolare della Capitaneria di Genova e ha delineato la nuova formula dell’esame teorico entro e oltre le 12 miglia.

ENTRO LE 12 MIGLIA
Nella prima fase il candidato deve dimostrare in via prioritaria di saper leggere le coordiante geografiche di un punto sulla carta nautica nonché di conoscere gli elementi essenziali di navigazione stimante, il sistema di coordinate secondo la proiezione di Mercatore, il calcolo dell’autonomia in relazione alla potenza del motore ed alla quantità residua di carburante. Per lo svolgimento della prova è concesso un tempo massimo di quindici  minuti. La prova è superata se l’esercizio proposta è correttamente eseguito e risolto; in tal caso il candidato accede alla fase successiva. Il candidato che non supera la prova è giudicano non idoneo ed è escluso dall’esame.

La seconda fase consiste nella risoluzione del questionario base, somministrato tramite schede di esame, articolato su venti domande; ciascuna domanda presenta tre alternative di risposte delle quali una sola è esatta. Per lo svolgimento della prova è concesso un tempo massimo di trenta minuti. Per il superamento è ammesso un numero massimo di tre errori: in tal caso il candidato accede alla prova pratica. Con il quarto errore il candidato è giudicato non idoneo ed è escluso dall’esame. La risposta non data è computata come risposta errata. La risposta esatta è indicata apponendo chiaramente una X nell’apposito spazio. A fianco della risposta data a secondo che sia corretta ovvero errata, l’Esaminatore appone rispettivamente un “SI“ ovvero un “ No”.

OLTRE LE 12 MIGLIA
La prima fase consiste nella somministrazione del consueto problema di carteggio  (La Spezia) ovvero di tre esercizi di carteggio (Genova). E’ concesso un tempo massimo di sessanta minuti. La prova è superata se è correttamente eseguito il problema di carteggio a La Spezia oppure se sono risposti  ed eseguiti tutti gli esercizi proposti a Genova: in tal caso il candidato accede alla fase successiva. Il candidato che non supera la prova è escluso dall’esame.

La seconda fase consiste nella risoluzione di in un questionario nel quale la risposta ritenuta esatta è indicata apponendo chiaramente una X nell’apposito spazio.

Nel caso il titolare sia già in possesso di patente entro 12 miglia dalla costa (abilitazione al comando entro 12 miglia dalla costa), l’esame solo teorico integrativo consiste nella risoluzione del questionario integrativo, somministrato tramite schede, articolato su tredici domande vertenti sulle materiale non comprese nel programma di esame previsto per abilitazione posseduta; ciascuna domanda presenta tre alternative di risposta delle quali una sola è esatta. Per lo svolgimento della prova è concesso un tempo massimo di venti minuti. Per il superamento è ammesso un numero massimo di due errori: in tal caso il candidato accede alla prova pratica.

Nel caso di candidato NON titolare di patente entro 12 miglia dalla costa (abilitazione al comando entro 12 miglia dalla costa), l’esame solo teorico integrativo consiste nella risoluzione del questionario base e di quello integrativo, somministrato tramite schede, articolato sul totale di trentatre domande domande vertenti sulle materie comprese nel programma di esame previsto; ciascuna domanda presenta tre alternative di risposta delle quali una sola è esatta. Per lo svolgimento della prova è concesso un tempo massimo di cinquanta minuti. Per il superamento è ammesso un numero massimo di tre errori nel questionario base e due errori in quello integrativo: in tal caso il candidato accede alla prova pratica. Con il quarto errore nel questionario base o il terzo in quello integrativo, il candidato risulta non idoneo ed escluso dall’esame

.

14 Comments

  1. Molto bene, sul sito anche le circolari. ciao e nuon lavoro. Scuola Nautica Parma Vela

  2. Raffaele Bronca ha detto:

    Scusate, non ho capito, nell’esame integrativo oltre le 12 miglia (per chi ha già la patente motore e vela) c’è ancora l’esame pratico? Il paragrafo si contradice:
    “.. l’esame solo teorico integrativo consiste nella..”
    “.. massimo di due errori: in tal caso il candidato accede alla prova pratica…”

  3. marco ha detto:

    a mio avviso non è una contraddizione ma un errore di forma, da quanto ne so’ l’esame pratico oltre le 12 miglia è più complicato e dovrebbe includere la manovra per il recupero dell’uomo in mare. comunque bene così.. personalmente aspettavo questa modifica, il metodo precedente dove anche due risposte potevano essere esatte non era il massimo

  4. L’esame pratico non cambia. Non cambia nel programma ed è identico per la patente entro 12mg o senza limiti. Una volta sostenuto non si deve più sostenere anche in caso di integrazione della ‘senza limiti’.

  5. Adolfo Michelotti ha detto:

    Scusate ma c’e’ una contraddizione nel comunicato .
    All’inizio dite che il metodo d’esame sarà uguale su tutto il territorio nazionale e in contemporanea dite che è applicato dalle Capitanerie di Porto di Genova e La Spezia che dipendono dalla Direzione Marittima di Genova . Infatti la prova di carteggio è già diversa da Genova ( tre esercizi in 1 ora ) e La Spezia ( 1 esercizio in un ora )!!!! C’e’ qualcosa che non quadra . E’ vero che è stato approvato il decreto patenti e siamo in attesa del Decreto Dirigenziale di approvazione di quiz in tutta Italia , ma non mi sembra questo .

  6. […] Ormai lo sapete: è ufficiale, dal 15 luglio la parte teorica dell’esame della patente nautica sia entro che oltre le 12 miglia dal prossimo 15 luglio sarà sottoforma di quiz, come quello per la patente automobilistica e non più orale. Per sapere come funziona esattamente vi rimandiamo a questa pagina. […]

  7. […] Ormai lo sapete: è ufficiale, dal 15 luglio la parte teorica dell’esame della patente nautica sia entro che oltre le 12 miglia dal prossimo 15 luglio sarà sottoforma di quiz, come quello per la patente automobilistica e non più orale. Per sapere come funziona esattamente vi rimandiamo a questa pagina. […]

  8. […] Ormai lo sapete: è ufficiale, dal 15 luglio la parte teorica dell’esame della patente nautica sia entro che oltre le 12 miglia dal prossimo 15 luglio sarà sottoforma di quiz, come quello per la patente automobilistica e non più orale. Per sapere come funziona esattamente vi rimandiamo a questa pagina. […]

  9. […] Come vi avevamo annunciato qualche giorno fa, è in atto una rivoluzione nell’esame della patente nautica che avverrà sottoforma di quiz: la novità è che a Genova si inizia dal primo di giugno. Il capoluogo ligure darà il via alle danze ma, per avere una diffusione a livello nazionale della nuova metodologia, bisognerà aspettare settembre o addirittura l’inizio del 2015. La parte teorica dell’esame della patente nautica sia entro che oltre le 12 miglia sarà sottoforma di quiz, come quello per la patente automobilistica e non più orale. Genova farà da apristrada per due semplici motivi: il primo è che le richieste di iscrizione all’esame raggiungono già un numero tale per cui è necessario iniziare subito con le sessioni; il secondo motivo è che la Capitaneria di Genova ha già la preparazione per dare il via ai nuoi esami a quiz grazie alla postiva esperienza maturata nel periodo gennaio-marzo 2012 quando è stata protagonista della sperimentazione della metodologia  quiz. Se avete voglia di mettervi alla prova, ogni venerdì, vi proponiamo un test che vi permette di valutare la vostra preparazione. […]

  10. […] Ormai lo sapete: è ufficiale, dal 15 luglio la parte teorica dell’esame della patente nautica sia entro che oltre le 12 miglia dal prossimo 15 luglio (e a Genova pure prima) sarà sotto forma di quiz, come quello per la patente automobilistica e non più orale. Per sapere come funziona esattamente vi rimandiamo a questa pagina. […]

  11. Beppe ha detto:

    un chiarimento …: “Nel caso il titolare sia già in possesso di patente entro 12 miglia dalla costa (abilitazione al comando entro 12 miglia dalla costa), l’esame solo teorico integrativo consiste nella risoluzione del questionario integrativo”, quindi in tal caso si esegue il problema di carteggio e si fa esclusivamente il quiz con 13 domande…?

  12. Beppe ha detto:

    CORREGGO …
    un chiarimento …: “Nel caso il titolare sia già in possesso di patente entro 12 miglia dalla costa (abilitazione al comando entro 12 miglia dalla costa), l’esame solo teorico integrativo consiste nella risoluzione del questionario integrativo”,
    quindi in tal caso NON si esegue il problema di carteggio e si fa esclusivamente il quiz con 13 domande…?

  13. Antonio ha detto:

    Cortesemente, già in possesso di patente nautica illimitata quali sono gli esami per l’integrazione a vela ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi