D-Marin, una rete efficiente in Croazia, Grecia e Turchia

IL REGALO PERFETTO!

Regala o regalati un abbonamento al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno hai la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi.

gouvia-1

Turchia, Croazia e Grecia sono sempre tra le mete più ambite di chi naviga in Mediterraneo. Esiste proprio in queste tre nazioni una rete di dieci porti (quattro in Turchia, tre in Grecia e Croazia, per un totale di circa 9.000 posti barca) che fa capo alla D-Marin Marinas. Tra questi noi abbiamo avuto modo di transitare a Lefkas, “la porta d’ingresso” dello splendido arcipleago delle Isole Ionie. I pontili sono in grado di ospitare fino a 620 barche fino a 45 metri di lunghezza, alle quali si aggiungono altri 280 posti a terra e un travel lift capace di sollevare fino a 150 tonnellate.

Lo scorso anno siamo stati in un altro marina del gruppo, quello di Gocek. Si tratta di un gioiello incastonato in uno dei tratti più belli della costa turca, perfettamente integrato nel territorio grazie anche ai frangionde ecocompatibili di Ingemar. Con i suoi 380 posti barca e i diversi servizi a terra, non solo tecnici ma anche ristoranti, bar e negozi dove rifornire la cambusa, è un punto ideale dove tenere la barca, anche grazie alla vicinanza con l’aeroporto internazionale di Dalaman. www.d-marin.com

 

CLICCA QUI E SCEGLI IL PORTO ATTREZZATO CHE FA PER TE!

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

1 commento su “D-Marin, una rete efficiente in Croazia, Grecia e Turchia”

  1. Magnificent beat ! I wish to apprentice while you amend your web site, how could i subscribe for a blog website? The account helped me a acceptable deal. I had been a little bit acquainted of this your broadcast provided bright clear idea

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ti facciamo un regalo

La vela, le sue storie, tutte le barche, gli accessori. Iscriviti ora alla nostra newsletter gratuita e ricevi ogni settimana le migliori news selezionate dalla redazione del Giornale della Vela. E in più ti regaliamo un mese di GdV in digitale su PC, Tablet, Smartphone. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “iscrivimi”. Riceverai un codice per attivare gratuitamente il tuo mese di GdV!

Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


In evidenza

Può interessarti anche

nautica

INCHIESTA: posti barca in Italia, il vento è cambiato

Tenere la barca in un porto turistico italiano non è mai stato così conveniente. La tendenza che già vi avevamo preannunciato lo scorso anno, si consolida in questa stagione grazie anche alle novità che giungono da Grecia e Francia. La

Ingemar festeggia 35 anni e sbarca… nel deserto!

Ingemar gira la boa dei 35 anni di attività e festeggia con molti nuovi interventi lungo le coste italiane: da Livorno a Bari, passando per Monfalcone, Sistiana, Venezia e Loano. L’azienda italiana si conferma inoltre leader di un mercato nel quale

Marina Hannibal

Friuli. Fondato nel 1964, il Marina Hannibal in questi cinque decenni è cresciuto, fino ad arrivare oggi a 328 posti per barche fino a 40 metri di lunghezza. Riparato dalla Bora e dal Libeccio, spicca per i suoi servizi tecnici:

Shipyard & Marina Sant’Andrea

Friuli. Shipyard & Marina Sant’Andrea è situato in una posizione privilegiata e può ospitare 800 imbarcazioni fino a 30 metri di lunghezza e 5 metri di pescaggio. Ma il vero fiore all’occhiello di questo porto sono i cantieri che forniscono

Registrati



Accedi