developed and seo specialist Franco Danese

Una barca charter ai primi posti della BVI Spring Regatta! FOTO

Crostini formaggio e acciughe
6 aprile 2014
Il ritorno di Swan vale doppio: sarà al TAG Heuer VELAFestival con lo Swan 70 Flying Dragon e con lo Swan 62 Acamar
6 aprile 2014

Sharing is caring, condividilo con i tuoi amici!

Continua la BVI Spring Regatta. Il tempo migliora e il vento si fa sentire con raffiche oltre i venti nodi. E c’è chi, con una barca in charter, sta vincendo la propria classe…. Continua il nostro racconto della grande festa marinara delle Isole Vergini Britanniche!

image

Day 2. Bel tempo e regata scottante. Il sole è tornato ad illuminare le acque trurchesi insieme a 22/25 nodi di vento per far divertire gli 87 equipaggi in gara. I percorsi sono divisi per categoria per evitare pericolosi incroci. I charter e i multiscafi girano attorno a Norman Island. A proposito, nella categoria Multihulls, in testa c’è l’equipaggio di amici a bordo del Mooring 4600 Boss Lady 2: un catamarano charterizzato, con il quale si stanno togliendo una gran bella soddisfazione! Chi l’ha detto che con una barca a noleggio non si può competere?
Gli One Design, ovvero agguerritissimi IC 24, Melges 24 e 32 hanno invece il loro bastone lungo Tortola, mentre i racer e le altre classi padroneggiano nel Canale di Drake tra Deadman’s Chest e Peter Island.

Le onde e le raffiche hanno messo a dura prova le vele e gli equipaggi, ma lo spirito è invariato e a terra si scopre che gli equipaggi scommettono penitenze tra di loro che vengono poi scontate a terra la sera, con esilaranti parate in abbigliamenti ridicoli o in acqua in imbarazzanti bordi alla stessa maniera.

Oltre ad Americani, Inglesi, Olandesi e BVislanders, sono da menzionare gli agguerritissimi equipaggi di Puerto Rico, come il Melges 32 Lazy Dog, capitanato dal noto velista  Fraito Lugo, che oltre a dare grande spettacolo in acqua, non sono ovviamente da meno nei balli serali.

DAY 1. Prima di tutto è un festival, almeno finché non scatta lo spirito agonistico in acqua ovviamente. Ottantasette i partecipanti alla BVI Spring Regatta & Sailing Festival (il nome dice tutto), qui alle Isole Vergini Britanniche, di cui una trentina con barche prese in charter, chi da casa, chi in loco. Sì perché oltre oceano prima viene il divertimento poi il resto. Puoi essere da solo in cerca di un imbarco, un gruppo di amici come Tomas, Filippo e il resto dell’equipaggio di Boss Lady II, un Moorings 4600 che hanno noleggiato proprio per l’occasione.

bvi

Le raffiche del primo giorno hanno messo a dura prova gli equipaggi meno esperti.

Il primo giorno di regata ha visto qualche acquazzone e un po’ di forti raffiche che hanno battezzato i partecipanti allo start dove ogni classe ha un suo percorso intorno alle principali isole delle BVI, come Norman Island o Cooper Island, ma mai mi era capitato di vedere così tanto sorrisi all’arrivo come se tutti avessero vinto. La regata dura solo tre giorni, per cui c’e chi rimane qualche giorno in più o arriva qualche giorno prima a godersi il magnifico spettacolo delle British Virgin Islands. Il risultato qua conta poco, perchè sono la natura e l’ospitalita a premiare la scelta fatta.

D’altronde, dove vi può capitare che il Governatore dell’isola, anche lui in regata, si aggiri in bermuda al “village” chiedendo ai partecipanti se si sono divertiti e la sera ospiti gli armatori per un cocktail, ovviamente senza obbligo di particolari dress code da yacht Club…

Fabio Capone

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi