Brutto incidente per Flavio Favini, ora le sue condizioni sono stabili

IL REGALO PERFETTO!

Regala o regalati un abbonamento al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno hai la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi.

flavio-faviniIl velista Flavio Favini, 51 anni, è stato vittima di un brutto incidente ieri mattina intorno alle 9.30: è caduto dal balcone di casa sua a Germignaga (Va), da un’altezza di circa 4 metri. Attualmente si trova ricoverato all’ospedale di Varese: nel primo pomeriggio di ieri Flavio Favini è stato sottoposto ad un intervento chirurgico per ricomporre una frattura scomposta al radio, una lussazione dell’ulna e una ricomposizione delle falangi. Lo staff medico ha confermato la perfetta riuscita dell’intervento.

Nel corso della giornata, a distanza di sei ore, il velista è stato sottoposto a due TAC, e tra un esame e l’altro non c’è stata alcun tipo di evoluzione negativa. Lo staff medico conferma che non sono presenti lesioni agli organi interni ma lo stato di politrauma in cui versa l’ex timoniere di Mascalzone Latino non consente di sciogliere la prognosi almeno fino a domani. Attualmente Favini è sedato e stabilizzato.

La redazione del Giornale della Vela augura a Flavio (eletto Velista dell’Anno nel 2002), recente campione mondiale Melges 24 in Australia (dopo il secondo posto ottenuto 3 mesi prima a San Francisco) una rapida e pronta guarigione.

IL CURRICULUM DI FAVINI
Nato a Luino (Varese) il 10 agosto 1965, nel suo curriculum figurano molti anni nelle classi olimpiche, la vittoria all’Admirals’ Cup ’95 al timone di Capricorno, svariati successi con Minitonner, J22, Quarter Tonner, 6 metri SI, Mumm 30, Ims, Farr 40 e Melges 24. Ha vinto 9 titoli mondiali, 3 europei e 20 Italiani. Ha partecipato alle campagne di Coppa America (nel 2003 e 2007) con Mascalzone Latino nel ruolo di tattico e timoniere.

SCOPRI TUTTE LE NOVITA’ IN TEMPO REALE SUL SITO VELAFESTIVAL.COM
Immagine 3

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ti facciamo un regalo

La vela, le sue storie, tutte le barche, gli accessori. Iscriviti ora alla nostra newsletter gratuita e ricevi ogni settimana le migliori news selezionate dalla redazione del Giornale della Vela. E in più ti regaliamo un mese di GdV in digitale su PC, Tablet, Smartphone. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “iscrivimi”. Riceverai un codice per attivare gratuitamente il tuo mese di GdV!

Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


In evidenza

Può interessarti anche

Middle Sea Race Review: Russian connection (ENG)

Valletta, 28 October 2017. An old adage in yacht racing dictates that to win a race, you first need to finish. A strenuous 38th edition of Rolex Middle Sea Race, held from 21-28 October, proved an emphatic case study. Of the

Registrati



Accedi