Simone Gesi testimonial della TAG Heuer Cup

DAG01gSuperate le cinquanta barche iscritte, la TAG Heuer CUP annuncia che il navigatore solitario Simone Gesi (due Mini Transat all’attivo) sale a bordo con ruolo operativo dell’evento.

Sarà il nostro “testimonial”, premierà i vincitori e in più dispenserà consigli ai regatanti durante il briefing di sabato mattina, raccontando come un velista professionista affronta una competizione, lunga o breve che sia, dando sempre il massimo e curando i più piccoli particolari. Con i suoi consigli potrete, perché no, vincere la prima edizione della veleggiata e magari, migliorare le vostre prestazioni alle prossime regate alle quali parteciperete.

 

Chi è Simone Gesi:

Mini Transat, Simone Gesi“Per navigare in solitario è necessaria una grande disciplina e conoscenza di sé, per sapere quando è il caso di accelerare e spingere la barca al massimo e quando invece è il momento di tirare il freno a mano. Perché l’unica cosa che conta durante una traversata atlantica in solitario è portare la barca dall’altra parte dell’oceano e avere presente che il mare e il vento sono sempre più forti di noi.”

Questo è una sintesi di del pensiero di Simone, per saperne di più clicca qui.

 

SCOPRI TUTTE LE NOVITA’ IN TEMPO REALE SUL SITO VELAFESTIVAL.COMlogo

 


ENTRA NEL CLUB DEL GIORNALE DELLA VELA
Ti piace il nostro punto di vista sul mondo della vela? Allora non devi far altro che entrare nel club e iscriverti alla nostra newsletter gratuita, per ricevere ogni settimana le migliori news di vela selezionate dalla nostra redazione. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “Iscrivimi”.


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


C’è di più! Sul nostro canale YouTube ti aspetta tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video!

ISCRIVITI GRATIS

ABBONATI E SOSTIENICI

Hai visto quanta carne al fuoco? Se apprezzi il nostro lavoro abbonati al Giornale della Vela. Non solo ricevi a casa la rivista ma ti facciamo un regalo unico: accedi all’archivio storico digitale del Giornale della Vela e leggi centinaia e centinaia tra i migliori articoli apparsi sulle pagine del GdV dal 1975 ai giorni nostri!

ABBONATI SUBITO


 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Continua a leggere

In America piacciono anche le barche fuori dal coro

In America e in Europa non sempre la pensiamo uguale in fatto di barche. La dimostrazione dai candidati agli “Oscar” USA delle barche a vela del 2023. Le riviste di settore americane Cruising World e Sailing World hanno annunciato all’Annapolis

Torna su