developed and seo specialist Franco Danese

Quanto guadagnano i velisti di Coppa America? Scopritelo con noi: e indovinate chi sono quelli meno pagati…

Come proteggo la mia barca dai fulmini?
7 marzo 2014
Potresti essere tu a navigare sul velocissimo NEO 400
7 marzo 2014

Sharing is caring, condividilo con i tuoi amici!

stipendi-coppa-americaBombardati ogni giorno da notizie di calciomercato, di megastipendi dei calciatori, di lamentele su quanto poco guadagnino gli altri sportivi rispetto a questi ultimi, tutti ci siamo chiesti almeno una volta quanto si intaschino i velisti dell’evento velico più famoso del mondo, la Coppa America. Se lo è chiesto il giornalista Luca Bontempelli, che sul suo blog è risalito agli stipendi degli skipper impegnati nella trentaquattresima edizione dell’America’s Cup. Indovinate un po’ chi sono i meno pagati (cifre in milioni di dollari annui), secondo i dati forniti da Bontempelli? Gli italiani! Guardate la classifica qui sotto.

ECCO QUANTO GUADAGNANO ALL’ANNO GLI SKIPPER DELLA COPPA AMERICA

1. Russell Coutts (Oracle Team USA) – 5 milioni di dollari. E fin qui ce lo potevamo aspettare: Coutts è il CEO di Oracle Team, e il patron Larry Ellison, quinto uomo più ricco del mondo, non poteva che riservargli uno stipendio di rango.

2. James Spithill (Oracle Team USA) – 3 milioni di dollari. Sulla piazza d’onore dei più pagati troviamo un altro velista al servizio degli yankee, Jimmy Spithill, skipper e timoniere di Team Oracle. Sicuramente il suo stipendio sarà salito rispetto a quando ci faceva sognare su Luna Rossa.

3. Iain Percy (Artemis Racing) – 2,5 milioni di dollari. L’inglese vincitore di tre medaglie olimpiche (due e un argento su Finn e Star), succeduto a Cayard nel ruolo di Team Manager di Artemis, si porta a casa un bello stipendio.

4. Paul Cayard (Artemis Racing) e Grant Dalton (Emirates Team New Zealand)- 2 milioni di dollari. L’ex baffo più famoso della vela si è “accontentato” di un bilioncino annuo da parte degli svedesi: stessa cifra intascata dal manager di Team New Zealand Grant Dalton.

5. Dean Barker (Emirates Team New Zealand) e Nathan Outteridge (Artemis Racing) – 1,5 milioni di dollari. Team diversi, stesso stipendio per il kiwi Dean Barker, introdotto nel mondo della Coppa da Russell Coutts nel 1995, e per l’australiano Nathan Outteridge, uno dei timonieri di Artemis Racing nell’ultima, per il team svedese tragica (sul catamarano scandinavo perse la vita Andrew Simpson), America’s Cup.

6. Max Sirena (Luna Rossa) – 0,2 milioni di dollari. Gli italiani si arrangiano con (relativamente) poco: lo skipper di Luna Rossa Max Sirena, nostro Velista dell’Anno 2013, si è dovuto “accontentare” di 0,2 milioni (circa 144 mila euro). Uno stipendio alto in relazione alla media dei lavoratori italiani e molto inferiore rispetto a quello degli skipper che regatano nelle compagini straniere.

7. Francesco Bruni (Luna Rossa) – 0,1 milioni di dollari. Fanalino di coda della classifica di Bontempelli è Checco Bruni, pagato da Luna Rossa per la campagna scorsa 80 mila euro annui. Rispetto agli stipendi da calciatori di Coutts e Spithill, quelli di Bruni sembrano davvero spiccioli. Eppure è un fuoriclasse come loro.

(foto tratta da http://vlog.sailrev.tv/vlog/)

1 Comment

  1. bruno pellegrini ha detto:

    beati loro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi