Mercato Usa: boom di barche importate dal nostro continente

mercato-usa

Continuano ad essere positivi, per il terzo anno consecutivo, i dati del mercato statunitense delle barche a vela e del noleggio, come illustra la ricerca “The sailing market 2014. The state of the industry” appena pubblicata: la produzione di imbarcazioni costruite negli USA è cresciuto nel 2013 del 5% e il mercato delle barche a noleggio senza skipper è cresciuto del 15,4%. Ma per il 2014 ci si aspetta un boom: +36%. Ed è record di importazioni: +55% rispetto al 2012 tra cui il 35% sono multiscafi.

IL MERCATO DELLE BARCHE COSTRUITE NEGLI USA
Cresce il numero delle barche vendute, che passa da 5.456 del 2012 a 5.745 del 2013, con una crescita del 5%. L’incremento si concentra in un preciso segmento, quello delle barche tra i 36 e i 55 piedi. Il valore del mercato delle vendite è aumentato del 18% passando da 411.344.444 dollari del 2012 a 484.349.323 dollari nel 2013. Il dato più sorprendete è quello che si riferisce ai megayacht oltre gli 80 piedi che ha avuto un incremento del 355%.

IL MERCATO DELLE “IMPORTATE”
Lo studio ha coinvolto 48 importatori che offrono imbarcazioni a vela di tredici diverse nazioni, Italia inclusa. Il mercato USA ha assorbito il 55% in più di barche sopra i 20 piedi (6 metri) passando da 195 vendite effettuate nel 2012 a 303 nel 2013. Interessante la divisione delle vendite per fasce di lunghezza: nel 2013 sono state vendute 101 barche straniere da 20 a 35 piedi; 93 barche tra 36 e 45 piedi e ben 109 oltre i 46 piedi. Tutti questi segmenti hanno segno positivo rispetto al 2012. I multiscafi oltre 20 piedi, che rappresentano il 35% delle importazioni, nel 2013 si sono attestati a 105 unità, 37 in più rispetto all’anno precedente. L’analisi fa una previsione per il 2014 di segno molto positivo, un + 23% stimando un boom per le barche straniere nella fascia tra i 20′ e i 35′ dove la stima è di passare da 101 barche del 2013 a 133 nel 2014.

IL MERCATO DELLE BARCHE A NOLEGGIO SENZA EQUIPAGGIO
La ricerca ha coinvolto 58 operatori statunitensi e comprende i leader mondiali del mercato. Il numero di settimane di noleggio è aumentato di 2869 rispetto al 2012, passando da 18.626 a 21.495, con un incremento del 15,4% concentrato soprattutto nei mesi invernali(+23% con più di 1000 settimane prenotate). A trainare la crescita le destinazioni fuori dagli Stati Uniti in modo particolare Bahamas e Caraibi che hanno visto un incremento del 25%. Il dato sorprendente è che Isole Vergini e Porto Rico rappresentano il 70% del mercato delle destinazioni con 12.301 settimane prenotate). Il settore dei charter ha raggiunto nel 2013 un valore di 84,9 milioni di dollari crescendo del 30% rispetto al 2012.
SCOPRI TUTTE LE NOVITA’ IN TEMPO REALE SUL SITO VELAFESTIVAL.COM
Logo_VelaFestival

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

2 commenti su “Mercato Usa: boom di barche importate dal nostro continente”

  1. Pingback: Oakley compra North Sails: segnali di ripresa dal mondo della nautica? | Giornale della Vela - notizie di vela - regate - crociera

  2. Pingback: Nautica italiana, ripresa rimandata al prossimo anno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social
In evidenza

Può interessarti anche

Torna su