Un’entrata in porto piuttosto movimentata in dieci immagini incredibili

3Porto di Zumaia, San Sebastian, Paesi Baschi: un Beneteau Oceanis 46 decide di rientrare in porto dopo essere stato sorpreso dall’improvviso aumento di mare e vento. All’entrata del porto la situazione si fa decisamente critica: le onde superano i 4 metri compromettendo il controllo della barca (foto 2) che sale e scende dalle onde come fosse un gommone (foto 3) cercando di infilarsi nella stretta insenatura del porto di Zumaia e tentando di sfuggire alle onde che arrivano dal mare spingendo al massimo il motore da 75 cv (foto 5). Ma non è facile, le onde colpiscono la poppa della barca, mettendo in seria difficoltà l’equipaggio a bordo che  tenta di aggrapparsi dove riesce per non essere scaraventato in acqua (foto 6). Anche con il motore a pieno regime non è possibile evitare l’ingavonamento (foto 7), la forza delle onde spinge le dieci tonnellate dell’Oceanis 46 inesorabilmente all’orza (foto 8) rischiando di portare la barca a schiantarsi contro uno dei due moli (foto 9). Ma tutto è bene quel che finisce bene, dopo alcuni momenti di paura, l’equipaggio riesce a rifugiarsi finalmente in porto (foto 10). © David Rascon

SCOPRI TUTTE LE NOVITA’ IN TEMPO REALE SUL SITO VELAFESTIVAL.COM
Logo_VelaFestival


ENTRA NEL CLUB DEL GIORNALE DELLA VELA
Ti piace il nostro punto di vista sul mondo della vela? Allora non devi far altro che entrare nel club e iscriverti alla nostra newsletter gratuita, per ricevere ogni settimana le migliori news di vela selezionate dalla nostra redazione. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “Iscrivimi”.


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


C’è di più! Sul nostro canale YouTube ti aspetta tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video!

ISCRIVITI GRATIS

ABBONATI E SOSTIENICI

Hai visto quanta carne al fuoco? Se apprezzi il nostro lavoro abbonati al Giornale della Vela. Non solo ricevi a casa la rivista ma ti facciamo un regalo unico: accedi all’archivio storico digitale del Giornale della Vela e leggi centinaia e centinaia tra i migliori articoli apparsi sulle pagine del GdV dal 1975 ai giorni nostri!

ABBONATI SUBITO


 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Continua a leggere

Torna su