developed and seo specialist Franco Danese

Incredibile speronamento tra Groupama e Aberdeen Team. La più grande collisione di sempre durante le Extreme Sailing Series

Prova Dufour 310 Grand Large: dieci metri di larghi spazi
21 febbraio 2014
Dinastia Malingri: in undici date la storia della tribù di velisti più famosa d’Italia
22 febbraio 2014

Sharing is caring, condividilo con i tuoi amici!

Ogni volta che ci troviamo di fronte a immagini del genere, la domanda è sempre una sola: la vela è, nella sua versione di sport estremo, non sta diventando troppo pericolosa? Per fortuna questa volta nessuno si è fatto male, ma le immagini che mostrano lo speronamento di Aberdeen Team nei confronti di Groupama durante gli Extreme Sailing Series a Singapore sono davvero impressionanti. Abderdeen sperona Groupama salendoci sopra, dopo un’accelerazione improvvisa mentre rollava il gennaker prima della boa e scaraventandosi a tutta velocità sulla barca comandata da Franck Cammas.

LA REGATA
L’Act di apertura della stagione 2014 delle Extreme Sailing Series ha superato tutte le aspettative possibili, regalando spettacolo ed emozioni in particolare ai nuovi team che appena entrati nel circuito, si sono trovati subito nell’impegnativo stadio naturale di Singapore dove, come di consueto, è stato posizionato il campo di regata. Per loro non è stato possibile ribaltare l’antico ordine delle cose e così tre dei team che hanno partecipato alla stagione 2013 si sono aggiudicati il podio. Oltre 30.000 sono stati gli spettatori che hanno ammirato le evoluzioni degli Extreme 40 nei quattro giorni di regate. Gli svizzeri di Alinghi, regatando in maniera pressoché perfetta con Morgan Larson, Stuart Pollard, Pierre-Yves Jorand, Nils Frei e Yves Detrey a bordo, hanno concluso oltre il 50% delle 29 prove nei primi tre posti, arrivando con la vittoria già in tasca alla regata finale che come sempre vale punteggio doppio, qualcosa che davvero raramente è accaduto negli otto anni di storia del circuito. “Non avremmo potuto sognare un avvio migliore – ha commentato un felicissimo Morgan Larson dopo la premiazione –le regate sono state molto combattute e il livello dei partecipanti quest’anno è ancora più alto che in passato. Credo che il nostro ‘segreto’ sia tutto nel fatto di aver fatto tesoro delle esperienze dello scorso anno e di essere l’unico team che non ha cambiato nessun membro dell’equipaggio rispetto al 2103. Continueremo a lavorare in questo modo e, nel frattempo, ci godiamo questa vittoria”.

Il secondo e il terzo posto del podio sono stati decisi soltanto all’ultimo con tre pretendenti per soli due posti: Emirates Team New Zealand, The Wave, Muscat e Realstone. L’equipaggio Kiwi è arrivato letteralmente volando sulla linea di partenza dell’ultima regata, ma poco dopo nel corso della prima bolina Dean Barker e il suo equipaggio sono stati penalizzati per un incrocio mure a sinistra – mure a dritta con The Wave, Muscat, errore per il quale hanno dovuto cedere il secondo posto all’imbarcazione Omanita e il terzo ad Alinghi. Dean Barker dopo la regata ha commentato:“E’ la prima volta che regatiamo insieme da cinque mesi e la prima volta che torniamo nel circuito dal 2011. Sicuramente avremmo voluto salire sul podio, ma non ci siamo riusciti. Siamo ancora in fase di messa a punto e di preparazione. Queste di Singapore sono state regate eccezionali”.

LA CLASSIFICA FINALE
Posizione / Team / Punti
1° Alinghi (SUI) Morgan Larson, Stuart Pollard, Pierre-Yves Jorand, Nils Frei, Yves Detrey 217 punti.
2° The Wave, Muscat (OMA) Leigh McMillan, Sarah Ayton, Pete Greenhalgh, Kinley Fowler, Nasser Al Mashari 193 punti.
3° Realstone (SUI) Jérôme Clerc, Arnaud Psarofaghis, Bruno Barbarin, Thierry Wassem, Sebastien Stephant 178 punti.
4° Emirates Team New Zealand (NZL) Dean Barker, Glenn Ashby, James Dagg, Jeremy Lomas, Edwin Delaat 168 punti.
5° Groupama sailing team (FRA) Franck Cammas, Sophie de Turckheim, Pierre Leclainche, Thierry Fouchier, Devan Le Bihan 160 punti.
6° Red Bull Sailing Team (AUT) Roman Hagara, Hans-Peter Steinacher, Mark Bulkeley, Nick Blackman, Haylee Outteridge 156 punti.
7° J.P. Morgan BAR (GBR) Ben Ainslie, Nick Hutton, Paul Goodison, Pippa Wilson, Matt Cornwell 152 punti.
8° Gazprom Team Russia (RUS) Igor Lisovenko, Paul Campbell-James, Alister Richardson, Pete Cumming, Aleksey Kulakov 128 punti.
9° Oman Air (OMA) Rob Greenhalgh, Tom Johnson, Will Howden, Hashim Al Rashdi, Musab Al Hadi 128 punti.
10° SAP Extreme Sailing Team (DEN) Jes Gram-Hansen, Rasmus Køstner, Thierry Douillard, Peter Wibroe, Nicolai Sehested 126 punti.
11° Team Aberdeen Singapore (SIN) Nick Moloney, Adam Beashel, Scott Glen Sydney, Tom Dawson, Justin Wong 82 punti.
12° GAC Pindar (AUS) Seve Jarvin, Troy Tindill, Ed Smyth, Sam Newton, Alexandra South 59 punti.

SCOPRI TUTTE LE NOVITA’ IN TEMPO REALE SUL SITO VELAFESTIVAL.COM

Logo_VelaFestival

1 Comment

  1. giulio ha detto:

    Boat is boat , but yacht is not Always boat. This is not regatta but sillines …..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi