developed and seo specialist Franco Danese

Esploratori nel terzo millennio. Vi facciamo sognare

Dinastia Malingri. 700.000 miglia per mare. Per loro il Gran Premio TAG Heuer VELAFestival
18 febbraio 2014
Michele Zambelli verso la Mini 2015: “Questa volta punto al podio”
18 febbraio 2014

Sharing is caring, condividilo con i tuoi amici!

esploratoriSalpare, mollare gli ormeggi e lasciarsi la terra alle spalle, per scoprire terre e genti sconosciute. Un sogno di molti, forse di tutti i marinai-velisti. Sicuramente un desiderio realizzato per quei fortunati equipaggi che stanno partecipando al primo giro del mondo mai organizzato da un unico cantiere. E chi poteva essere se non Oyster, uno dei costruttori simbolo di chi affronta l’oceano, a lanciarsi con i propri armatori in quest’avventura? Dai Caraibi… ai Caraibi attraversando l’Oceano Pacifico, bighellonando tra Asutralia e Oriente, prima di puntare il Sudafrica e poi risalire l’Atlantico per terminare (l’arrivo è previsto ad aprile) un viaggio lungo tredici mesi. Certo, non tutti si possono permettere le comodità di un Oyster, ma la libertà di girare per il mondo a contatto con la natura la si può ottenere con qualunque barca. E in ogni luogo.
saint-paul
Come le nove isole che ci siamo divertiti, grazie anche allo splendido libro di un autrice finlandese, a indicarvi in ogni oceano e che pochi conoscono. E che ancora meno persone hanno mai raggiunto, sperdute come sono a migliaia di miglia dalla costa più vicina e lontane dalle classiche rotte che si percorrono.

pogoPer i temerari pronti a lanciarsi in avventure come moderni “Dottor Livingstone” dei mari, vi regaliamo anche la prova di una barca simbolo dei navigatori di tutto il mondo, quel Pogo 50 che ha riunito in un solo scafo le linee di un modello veloce da regata e le comodità adatte anche a chi sulla barca vuole vivere tranquillo. Abbiamo poi selezionato altri undici modelli da 45 a 55 piedi di lunghezza, che possono accontentare sia gli amanti dei classici blue water sia coloro che non vogliono rinunciare alla velocità. Potrete osservare il Pogo 50 in banchina, per la sua prima volta italiana, al TAG Heuer VELAFestival dal 10 al 13 aprile. Buon viaggio! Trovi l’articolo completo sul numero di marzo del Giornale della Vela.

SCOPRI TUTTE LE NOVITA’ IN TEMPO REALE SUL SITO VELAFESTIVAL.COM
Logo_VelaFestival 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi