developed and seo specialist Franco Danese

Dinastia Malingri. 700.000 miglia per mare. Per loro il Gran Premio TAG Heuer VELAFestival

Addio alle sartie e al fiocco. Il futuro della crociera è un’ala morbida
18 febbraio 2014
Esploratori nel terzo millennio. Vi facciamo sognare
18 febbraio 2014

Sharing is caring, condividilo con i tuoi amici!

malingri-1Alzi la mano il velista che non ha mai sentito il nome di Malingri. O meglio, di un Malingri. Perché si tratta di una grande dinastia che ha “colonizzato” gli ultimi 40 anni della vela italiana. E chi meglio di loro poteva aggiudicarsi il Gran Premio TAG Heuer VELAFestival. Non basterebbe l’intera rivista per raccontare le gesta veliche dei singoli componenti del “clan”, a partire dai capostipiti Doi, Franco e Amedeo: nelle pagine che seguono ci siamo concentrati su quelle di Franco e dei figli Vittorio e Enrico (i quali, ci siamo divertiti a calcolare, hanno alle spalle almeno 700mila miglia di navigazione). Storie legate dalla ricerca dell’avventura. Esploratori prima che navigatori, i Malingri hanno vissuto e vivono la vela a 360°: dalle crociere in Mediterraneo alle più dure regate oceaniche, dalla costruzione di barche al charter e alla scuola di vela.

MALINGRI

LE PRIME AVVENTURE
Tutto ebbe inizio su dei piccoli materassini pneumatici, con i quali Franco Malingri (nato il 10 marzo del 1934), assieme ai fratelli Doi e Amedeo, percorse il fiume Lambro in una notte del 1948. “Perché lo feci?”, si chiede Franco, rispondendosi subito: “Per il puro amore dell’avventura”. A quell’impresa ne seguirono altre, come la discesa del Po in canoa, dal Ticino fino a Venezia, o la risalita del Nilo (e ancora una discesa, quella del Congo) a bordo di due motoscafini “Levriero” della Pirelli, per un totale di 6.000 miglia, nel 1958. Trovi l’articolo completo sul numero di marzo del Giornale della Vela.

SCOPRI TUTTE LE NOVITA’ IN TEMPO REALE SUL SITO VELAFESTIVAL.COM
Logo_VelaFestival 

 

4 Comments

  1. Finalemente!!!
    Noi fans dei Malingri, noi piccoli velisti di provincia, ringraziamo gli ideatori di questo premio per l’ intuizione che hanno avuto.
    Era ora.
    Stiamo parlando di una famiglia, caso raro, si di una famiglia di persone che hanno fatto la storia della vela italiana, i maestri del nostro caro Soldini, gli amici velisti che noi tutti ammirriamo per le loro scelte, le loro imprese, non sempre fortunate, per la loro passione. Questa passione è arrivata, l’ abbiamo colta nei loro sguardi, nei loro autentici modi, sempre sobri e lontani da falsi protagonismi…l’ abbiamo apprezzata, imitata nei limiti del nostro possibile, ma soprattutto ammirata.
    Bravi Malingri!!!1
    Che l’ Italia si svegli ogni tanto e sappia guardare con nuovo spirito ai suoi cittadini italiani, che come il clan Malingri hanno reso grande il nome dela vela in tutto il mondo.
    Carolina Manfredini

    • Enrico Malingri ha detto:

      Ciao Carolina,

      per i casi della vita leggo solo ora il tuo commento….mi ha commosso, ti ringrazio, ci ripaga per tutto quello che abbiamo fatto per la vela in Italia.
      Momenti bellissimi e momenti difficili, scelte che hanno segnato le nostre vite , dai padri, zii e fratelli e cugini..
      Se ci vedi in giro vieni a trovarci, sei la benvenuta.

      Un abbraccio
      Enrico Malingri

  2. Fabio Bartolucci ha detto:

    Un grande esempio per la Vela e per l’Italia.

    • Enrico Malingri ha detto:

      Grazie Fabio,

      vedo che ci sono sempre più persone che prendono questa strada e ciò mi fà piacere.

      Un saluto
      Enrico Malingri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi