La magica storia di Lona II, 109 anni splendidamente portati. Una barca CULT del VELAFestival

IL REGALO PERFETTO!

Regala o regalati un abbonamento al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno hai la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi.

farfallaOK

LA STORIA DI LONA II
Lona II è stata progettata dall’architetto britannico Paine Clark nel 1905 e costruita dal cantiere William King and Sons, nella località di Burnham on Crouch, nell’Essex britannico.
Fu registrata per la prima volta ai Lloyds di Londra nel 1907 col numero SSR 6683 dal capitano Michael Barne, che partecipò sia alle spedizioni di Scott che alla prima avventura di Shackleton in Antartide con il ruolo di log-keeper.
Fra gli altri proprietari si annoverano il capitano Hugh Tetley, che faceva parte della famiglia nota per la produzione e la commercializzazione del tè, e il comandate Peter Hartley.
Negli anni 60 per un certo periodo navigò con armo bermudiano, prima di tornare all’originale configurazione di gaff cutter grazie a lavori di restauro condotti negli anni 70 e 80.
Nel 1991 fu acquistata dall’architetto inglese Richard Meynell, nelle cui mani e cure è rimasta fino alla fine del 2005, quando è stata acquistata da Maurizio, che l’ha portata nelle acque del Mediterraneo.

P7230086

IL RESTAURO: QUALI LAVORI SONO STATI FATTI
Nel corso degli anni, e sono oggi più di cento, Lona II è stata sottoposta a numerosi lavori di restauro e di aggiornamento, pur mantenendo la struttura e la concezione originali.
Nel 1998 e poi di nuovo all’inizio del 2006, al suo arrivo in Italia, Lona II è stata riportata a legno per un controllo dell’opera viva e la sua verniciatura.
Sostituite le drizze e le scotte, controllate le manovre e riverniciato a flatting sia l’albero che il bompresso.
Il boma è stato allungato, riportandolo alla misura originaria e prodotto un nuovo gioco di vele.
Per quello che concerne gli interni si è provveduto al rinnovamento di parti in legno e di piccoli particolari e oggetti in ottone.
Al fine di poter partecipare alla stagione agonistica l’imbarcazione è stata sottoposta a misurazioni e controlli da parte di stazzatori ufficiali dell’AIVE che hanno verificato l’eccellente stato di Lona II.
Nei primi mesi del 2007 sono state portate a legno le fiancate e controllate le tavole, l’opera viva è stata verniciata con un trattamento tradizionale: tre mani di minio, stuccatura e camiciatura con prodotti monocomponenti, fondi, primer e smalti monocomponenti.

SCHEDA TECNICApiano velico
Nome: LONA II
Anno: 1905
Gaff Cutter
Progettista: PAINE CLARK
Cantiere: WILLIAM KING and SONS
Località: BURNHAM on CROUCH, Essex
Lft: 11,8 m
Larg: 2,2 m
Pesc: 1,7 m
Sup. vel: 88,2 mq

SCOPRI TUTTE LE NOVITA’ IN TEMPO REALE SUL SITO VELAFESTIVAL.COM
Logo_VelaFestival

 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ti facciamo un regalo

La vela, le sue storie, tutte le barche, gli accessori. Iscriviti ora alla nostra newsletter gratuita e ricevi ogni settimana le migliori news selezionate dalla redazione del Giornale della Vela. E in più ti regaliamo un mese di GdV in digitale su PC, Tablet, Smartphone. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “iscrivimi”. Riceverai un codice per attivare gratuitamente il tuo mese di GdV!

Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


In evidenza

Può interessarti anche

Registrati



Accedi