developed and seo specialist Franco Danese

L’ultima “odissea” di Jimmy Cornell: un rally alla conquista del Pacifico

Lemonchois, il marinaio dal curriculum d’oro che ha festeggiato il compleanno alla deriva in Oceano
11 febbraio 2014
Altura 2014, ecco tutte le regate in giro per lo Stivale
11 febbraio 2014

Sharing is caring, condividilo con i tuoi amici!

Pacific-odyssey-polinesiaLo scatenato Jimmy Cornell, il fondatore dalla ARC (Atlantic Rally for Cruisers) nel 1986 e, recentemente, stanco della piega “competitiva” che aveva preso la regata, della Atlantic Odyssey, ha ideato una nuova “lunga”: la Pacific Odyssey, studiata per coloro che dai Caraibi vogliono dirigersi verso il Pacifico del sud.

IL PERCORSO
Cornell (il cui vero nome è Dragos Corneliu Cismasu, nato in Romania 73 anni fa), che è stato un vero guru per generazioni di crocieristi (il suo libro “World Cruising Routes” ha venduto 150 mila copie, tantissime nella nicchia della nautica) ha già stabilito una data di partenza: l’11 gennaio 2015 dalla Martinica, destinazione arcipelago di San Blas, attraversando quindi il Mar dei Caraibi. Gli equipaggi passeranno una settimana tra queste isole, poi i preparativi in vista del passaggio del canale di Panama saranno completati al marina di Shelter Bay, una struttura ben equipaggiata con un cantiere e un’ampia scelta di negozi nautici: sulle coste del Pacifico, spiega Cornell, sono rari i marina in grado di soddisfare le esigenze del crocierista. Una volta superato il canale, la flotta si dirigerà verso le Galapagos, dove si arriverà a Baquerizo Moreno, nell’isola di San Cristobal. Alcuni giorni di pausa e poi via verso Puerto Ayora, il polo turistico dell’arcipelago: escursioni giornaliere alla scoperta dell’arcipelago saranno organizzate da entrambi i porti. E poi verrà il difficile: una tratta di 3.000 miglia porterà le barche alle isole Marchesi, con arrivo ad Atuona, nell’isola di Hiva Oa. Lo splendido paesaggio della Polinesia Francese costituirà la meta finale del rally.

Jimmy Cornell

Jimmy Cornell

NEL 2015 ASSIEME ALLA BLUE PLANET
I partecipanti Pacific Odyssey 2015, che vuole idealmente unire due angoli francofoni del mondo (Martinica e Polinesia), partiranno in compagnia della flotta iscritta alla Blue Planet Odyssey (altra creazione di Cornell, la circumnavigazione del globo dal 2014 al 2017), impegnata nel suo giro del mondo. L’ultima creazione di Cornell avrà cadenza annuale, indipendetemente dal passaggio o meno in Martinica della succitata Blue Planet. Quando è l’anziano rumeno a organizzare le cose, a detta dei partecipanti ai suoi eventi, si è in una botte di ferro: disponibilità, cordialità, assistenza e programmi davvero stimolanti. Se foste interessati a dare una “musata” in Pacifico, non vi resta che contattare la Cornell Sailing Events mandando un’email all’indirizzo info@cornellsailing.com

4 Comments

  1. […] l’Atlantic Odyssey e la Pacific Odyssey, la mente vulcanica del guru della navigazione oceanica Jimmy Cornell (l’inventore della ARC) ne […]

  2. videoporno ha detto:

    I’ve sono stato navigando tantissime ore tre3 al giorno, e questo e’ il peimo articolo cosi interessante.

    Hey There. I found your blog using msn. This is a very wel written article.

    I’ll be sure to bookmark iit and return to read
    more of your useful info. Thanks for the post. I’ll definitely comeback.

  3. adulterio ha detto:

    When I originally commented I seem to have clicked on the -Notify me when new comments are
    added- checkbox and from now on whenever a comment is added I recieve 4 emails with the exact
    same comment. Perhaps there is a way you are able to remove me
    from that service? Appreciate it!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi