Il porto del futuro? Sarà sotterraneo. E c’è chi l’ha già progettato

Sembra un futuro lontanissimo e invece potrebbe essere già qui, risolvendo a un tempo il problema del sovraffollamento dei porti e dell’impatto ambientale lungo le coste.

Immagine 8Una società francese, la BlueRing, ha infatti concepito e brevettato il progetto di un porto sotterraneo: oggi conosciamo i marina di stampo classico, con i loro pontili e i piazzali e capannoni di rimessaggio, oppure i porti a secco. Beh, qui si tratta di un porto che si sviluppa verticalmente, ma verso il basso.
Sì, il concetto base è quello dei parcheggi sotterranei. In pratica, il porto diventa circolare, con al centro “l’ascensore” che, inserendo il codice relativo alla vostra imbarcazione, la preleverà e la varerà. BlueRing si presta bene anche alla trasformazione di aree portuali dismesse (pensiamo ai nostri porti commerciali, con chilometri quadrati inutilizzati).

COME TRASFORMARE UN’AREA DISMESSA IN UN PORTO

Dietro le quinte di questo progetto ci sono due francesi. Damien Grimont, ingegnere e skipper, ha messo a punto questo concetto di porto verticale, che tra le sue peculiarità ha il minor bisogno di superficie lungo la costa. Come sfruttare al meglio lo spazio, dunque? A questo pensa David Comy, un giovane architetto che si occupa di creare, di volta in volta, tutto quello che ruota intorno al porto, dai servizi ai negozi, con l’obiettivo di trasformarlo in un centro di aggregazione. Il progetto è dunque pronto e Oltralpe già si parla di un futuro marina BlueRing in Costa Azzurra.

UNA VISITA AL PORTO BLUERING


ENTRA NEL CLUB DEL GIORNALE DELLA VELA
Ti piace il nostro punto di vista sul mondo della vela? Allora non devi far altro che entrare nel club e iscriverti alla nostra newsletter gratuita, per ricevere ogni settimana le migliori news di vela selezionate dalla nostra redazione. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “Iscrivimi”.


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


C’è di più! Sul nostro canale YouTube ti aspetta tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video!

ISCRIVITI GRATIS

ABBONATI E SOSTIENICI

Hai visto quanta carne al fuoco? Se apprezzi il nostro lavoro abbonati al Giornale della Vela. Non solo ricevi a casa la rivista ma ti facciamo un regalo unico: accedi all’archivio storico digitale del Giornale della Vela e leggi centinaia e centinaia tra i migliori articoli apparsi sulle pagine del GdV dal 1975 ai giorni nostri!

ABBONATI SUBITO


 

3 commenti su “Il porto del futuro? Sarà sotterraneo. E c’è chi l’ha già progettato”

  1. E’ un porto sotterraneo solo per barche a motore evidentemente, perchè quelle a vela possono solo stare all’aperto.

  2. I carry on listening to the reports talk about receiving boundless online grant applications so I have been looking around for the finest site to get one. Could you tell me please, where could i find some?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su