Lionel Lemonchois scuffia con il trimarano di 80 piedi in mezzo all’oceano mentre tenta il record

APPROFITTANE SUBITO! Abbonati al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno ricevi la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi. Scoprili qui >>

 

Lemonchois_Prince_de_bretagneLionel Lemonchois il 17 gennaio era partito in solitario da Lorient (Francia Atlantica) verso Port Louis alle Mauritius, isola dell’oceano Indiano, per tentare di battere il record del 2009 stabilito da Francois Joyon. Adesso si trova in pura sopravvivenza a bordo del trimarano Maxi80 Prince de Bretagne (24 metri) dopo aver scuffiato. Lemonchois, vincitore della Route du Rhum del 2008, è a 800 miglia dalle coste brasiliane e ha lanciato manualmente l’SOS. Attivato un breve contatto telefonico ha annunciato che si trovava al riparo all’interno dello scafo centrale, dopo aver scuffiato (rovesciamento dell’imbarcazione). Per sicurezza ha anche dovuto liberarsi dell’armamento velico per non rischiare di affondare.

 

Lionel Lemonchois
Lionel Lemonchois

Non sono assolutamente chiare le dinamiche dell’incidente, all’inizio della giornata di lunedì 27, lo skipper di Prince de Bretagne aveva definito  la situazione “contorta , complessa e confusa”, navigava nel Sud Atlantico all’interno di una situazione meteo caratterizzata da un anticiclone di Sant’Elena particolarmente esteso.“Più avanziamo verso sud , più ci si avvicina al centro della anticiclone sarà difficile scegliere la rotta migliore. Vogliamo evitare una lunga deviazione , ma non sarà facile negoziare centro del alto. Per ora gli alisei sono regolari , quindi non ho molto da fare se non guardare la strada. Dormo molto, ma il mio sonno è abbastanza strano”, ha anche osservato Lemonchois. “Mi piace sempre dormire con un occhio aperto ed entrambe le orecchie ascoltando la barca . Tuttavia , non mi sento stanco”. Poi l’inspiegabile dramma del rovesciamento del maxi trimarano.

 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

1 commento su “Lionel Lemonchois scuffia con il trimarano di 80 piedi in mezzo all’oceano mentre tenta il record”

  1. Pingback: Cinque giorni alla deriva in oceano: la lunga attesa di Lionel. VIDEO | Giornale della Vela - notizie di vela - regate - crociera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Continua a leggere

Cape 31

Cape 31, il monotipo superveloce di Mills (9m) arriva in Italia

Sbarca in Italia un monotipo che all’estero, soprattutto in Inghilterra, sta riscuotendo un ottimo successo. Stiamo parlando del Cape 31 (9,55 x 3,05 m), disegnato da Mark Mills. Uno scafo veloce, divertente, marino, trasportabile via terra e di semplice gestione:

Torna su