developed and seo specialist Franco Danese

Bart’s Bash, una regata da Guinnes per ricordare Andrew Simpson

Thomas Coville contro il tempo di Francis Joyon: Sodebo intorno al mondo, il punto della situazione
18 gennaio 2014
Salone di Dusseldorf, prosegue il nostro tour tra gli stand del BOOT
20 gennaio 2014

Sharing is caring, condividilo con i tuoi amici!

simpsonL’Andrew Simpson Sailing Foundation sta lavorando alacremente all’organizzazione di un evento velico da record, che possa entrare nel Guinness dei primati come la “più numerosa regata del mondo” e che è stata battezzata con il nome di Bart’s Bash, in ricordo del velista olimpionico Andrew Bart Simpson tragicamente scomparso lo scorso maggio a San Francisco su Artemis. L’idea è nata da un articolo del giornalista britannico Andy Rice che si è domandato: “Mi chiedo se esista la possibilità di correre una regata simultaneamente in tutti i club del paese. Quasi tutti i circoli organizzano una regata la domenica mattina, con barche delle classi più disparate, perché non unire tutti i risultati ed avere una grande regata della domenica?”.

IL BANDO A FEBBRAIO
Il team di lavoro si è quindi messo all’opera, raccogliendo adesioni e molto entusiasmo, e prevede di poter annunciare ufficialmente il bando di regata dettagliato il primo febbraio 2014. La Fondazione raccoglierà le iscrizioni attraverso circoli e yacht club, nella speranza di poter avere diverse centinaia di enti partecipanti e ancor più velisti. Vista l’accoglienza molto calda ricevuta, gli organizzatori hanno pensato di estendere l’evento anche ad altri paesi, rendendolo internazionale. Jez Payne, uno dei responsabili di ‘The Bart Project’ ha commentato: “E’ una di quelle idee che hanno un enorme potenziale di diventare un evento importantissimo, una regata che possa onorare e ricordare l’essenza di Andrew.”

LE OPINIONI DI AINSLIE E PERCY
Anche Sir Ben Ainslie, uno dei testimonial dell’evento si è detto felice di come sta progredendo il progetto: “Siamo stati sommersi da offerte di aiuto e di supporto da parte della comunità della vela per l’Andrew Simpson Sailing Foundation. Speriamo davvero che questa regata possa ispirare velisti giovani e meno giovani, principianti o professionisti e che possa coinvolgere molti yacht club e catturare l’attenzione del pubblico per creare migliaia di primatisti del mondo.”  Secondo Iain Percy, il velista olimpionico con cui Simpson condivise tanti successi in mare: “Sono certo che l’aiuto che riceveremo non verrà solo dal Regno Unito ma da tutto il mondo. Sarà un evento colossale e un modo divertente per far scendere in acqua migliaia di persone allo stesso momento e, al contempo per raccogliere fondi per la Fondazione.”

La data del Bart’s Bash è stata fissata per domenica 21 settembre, maggiori informazioni per gli organizzatori locali saranno fornite il prossimo primo febbraio.

CHI PUO’ PARTECIPARE
Il progetto originale prevedeva la partecipazione solo di derive, ma la grande richiesta da parte di molti yacht club di partecipare ha fatto estendere l’evento anche a barche più grandi. Il Bart’s Bash iè quindi diventato il primo evento a livello mondiale con l’obiettivo di riunire velisti di diversi yacht club del paese, di altri paesi e di altri continenti, che possano regatare tutti insieme in tutte le classi, dalle derive alle barche grandi e ai multiscafi. E’ in corso uan ricerca per definire quale sia la regata più numerosa del mondo registrata dal Guinness World Record. Ma basti pensare che la regata Round the Island dell’isola di Wight coinvolge 30.000 velisti, quindi l’obiettivo sarà di averne almeno più di 50.000, ossia cinque volte di più di quanto inizialmente previsto.

I circoli e yacht club che intendono partecipare possono inviare una email a tim@bartsbash.co.uk oppure visitare il sito www.bartsbash.co.uk, dove sarà pubblicata la lista dei club. Per diffondere ulteriormente l’idea e raccogliere adesioni utilizzate anche l’hashtag di Twitter #sailonbart.

COSA E’ LA ASSF
L’Andrew Simpson Sailing Foundation è stata creata per ricordare e onorare la vita di Andrew Simpson soprannominato dagli amici e colleghi “Bart”, vincitore di un oro e un argento olimpici nella classe Star ai Giochi di Pechino e Londra e scomparso tragicamente durante un allenamento in vista della 34ma Coppa America con il team di Artemis a San Francisco nel maggio 2013. Andrew si impegnò sempre, impiegando tempo ed energie, a incoraggiare i giovani nel mondo della vela e, in suo ricordo, è stata creata la Fondazione, un ente di beneficenza che ha l’obiettivo di introdurre ragazzi che altrimenti non ne avrebbero la possibilità, allo sport della vela. Andrew era un velista e una persona amata e rispettata a livello internazionale e la sua scomparsa ha addolorato velisti e appasssionati. La Fondazione è in continua crescita e, negli ultimi sei mesi, ha raccolto oltre 30.000 sterline da impiegare per i suoi progetti. I responsabili della Fondazione sono Sir Ben Ainslie, Iain Percy OBE, Leah Simpson, Amanda Simpson, David Tyler, Richard Butcher.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi