Scheidt in alto alla Star Sailor League: non lo batte nessuno

Per la prima volta in assoluto nello sport della vela, la prima edizione della Star Sailor League si è conclusa con un gran finale:  il vincitore della terza e ultima prova della giornata è stato anche il vincitore assoluto dell’intera regata. E non poteva che essere la coppia formata da Robert Scheidt e Bruno Prada, dominatori assoluti della manifestazione. Il giorno della finalissima ha visto in acqua i migliori dieci equipaggi uscenti dalle regate di flotta dei giorni precedenti che si son trovati a dover affrontare dei gironi ad eliminazione. Tre prove nelle quali gli ultimi tre a tagliare l’arrivo tornavano a terra, quarti di finale in dieci equipaggi, semifinali in sette e finale in quattro. Una formula che ha saputo regalare una suspence quasi sconosciuta al mondo delle regate: chi vince l’ultima vince tutto. Le prove sono state brevi, dirette, inesorabili e ad altissima tensione: hanno assicurato uno spettacolo raro trasmesso live su YouTube con l’ausilio della grafica 3D del Virtual Eye.

LA FINALISSIMA: UNO SCONTRO A QUATTRO
Allo scontro finale gli equipaggi rimasti in acqua erano quattro: i brasiliani Robert Scheidt e Bruno Prada; i polacchi Mateusz Kusznierewicz e Dominik Zycki; gli americani Mark Mendelblatt e Brian Fatih e il nostro equipaggio tricolore formato da Diego Negri e Sergio Lambertenghi. Al fine di rendere più equa la gara, il comitato di regata ha scelto il course 3, che prevedeva 5 lati, anziché i 4 del course 4, con un arrivo di bolina. Scheidt è stato protagonista di un’eccellente partenza in boa, e da lì ha proseguito sul lato sinistro, che si è subito dimostrato quello favorito, arrivando a girare la prima boa al vento con un sottile margine su Kusznierewicz.

Da lì è partita una lotta serrata fra lui e il timoniere polacco per tutto il lato di poppa ma Scheidt, del tutto imprendibile in poppa nel corso della settimana, è riuscito a conservare il suo vantaggio. Allo stesso tempo, Diego Negri e Mark Mendelblatt facevano gara a sé per il terzo posto come in un match race. Nella seconda metà di gara, non appena il vento si è rinforzato, Scheidt ha trovato ancora una maggiore pressione sulla sinistra, allungando il suo vantaggio su Kusznierewicz e conducendo la regata fino alla fine. L’ultimo lato è stato nemico di Diego Negri: dopo aver scelto una separazione anche lui verso la sinistra del campo di regata, non è gli è stato più possibile rimettere la prua davanti a Mendelblatt. Scheidt si è quindi assicurato la prima edizione delle finali della Star Sailors League con 24 secondi di vantaggio su Kusznierewicz. Mendelblatt ha quindi conquistato la medaglia di bronzo davanti a Negri di un soffio.

STAR SAILOR LEAGUE: LA TOP 5
1. Robert Scheidt (BRA) / Bruno Prada (BRA) – 2,(4),1,3,1,2,2,1,1 – 13 / QF 4 / SF 1 / F
2. Mateusz Kusznierewicz (POL) / Dominik Zycki (POL) – 4,(14),4,6,12,11,3,8,9 -57 / QF 6 / SF 4 / F 2
3. Mark Mendelblatt (USA) / Brian Fatih (USA) – 6,2,3,5,3,7,(9),3,3 – 32 / QF 5 / SF 3 / F 3
4. Diego Negri (ITA) / Sergio Lambertenghi (ITA) – 1,1,6,9,2,13,6,(15),11 – 49 / QF 7 / SF 2 / F 4
5. Johannes Polgar (GER) / Markus Koy (GER) – 11,15,(17),15,5,5,1,11,4 – 67 / QF 2 / SF 5


ENTRA NEL CLUB DEL GIORNALE DELLA VELA
Ti piace il nostro punto di vista sul mondo della vela? Allora non devi far altro che entrare nel club e iscriverti alla nostra newsletter gratuita, per ricevere ogni settimana le migliori news di vela selezionate dalla nostra redazione. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “Iscrivimi”.


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


C’è di più! Sul nostro canale YouTube ti aspetta tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video!

ISCRIVITI GRATIS

ABBONATI E SOSTIENICI

Hai visto quanta carne al fuoco? Se apprezzi il nostro lavoro abbonati al Giornale della Vela. Non solo ricevi a casa la rivista ma ti facciamo un regalo unico: accedi all’archivio storico digitale del Giornale della Vela e leggi centinaia e centinaia tra i migliori articoli apparsi sulle pagine del GdV dal 1975 ai giorni nostri!

ABBONATI SUBITO


 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Continua a leggere

Swan 55

VIDEO Swan 55 (16m): il bluewater che sa cambiare pelle

Il Cannes Yachting Festival e il Salone Nautico di Genova sono due appuntamenti da non perdere per i cantieri del settore e tutti gli appassionati. La nostra redazione è andata a bordo delle ultime novità, una di queste è il nuovo Swan 55,

sostenibilità

L’abuso della parola sostenibilità nel mondo della nautica

Siamo usciti dai saloni nautici di Cannes e Genova ubriachi di sostenibilità. Sembra, quest’anno, la parola magica da inserire nella comunicazione di ogni cantiere. Va bene, è il tema del momento complice la situazione mondiale. Ma andiamoci piano a sbandierare

Torna su