developed and seo specialist Franco Danese

Scheidt in alto alla Star Sailor League: non lo batte nessuno

Justine Mettraux
Mini Transat: una donna batte gli uomini grazie al suo istinto
10 dicembre 2013
Mylius 15e25
Mylius 15E25, una “bestia” da arie leggere
11 dicembre 2013

Per la prima volta in assoluto nello sport della vela, la prima edizione della Star Sailor League si è conclusa con un gran finale:  il vincitore della terza e ultima prova della giornata è stato anche il vincitore assoluto dell’intera regata. E non poteva che essere la coppia formata da Robert Scheidt e Bruno Prada, dominatori assoluti della manifestazione. Il giorno della finalissima ha visto in acqua i migliori dieci equipaggi uscenti dalle regate di flotta dei giorni precedenti che si son trovati a dover affrontare dei gironi ad eliminazione. Tre prove nelle quali gli ultimi tre a tagliare l’arrivo tornavano a terra, quarti di finale in dieci equipaggi, semifinali in sette e finale in quattro. Una formula che ha saputo regalare una suspence quasi sconosciuta al mondo delle regate: chi vince l’ultima vince tutto. Le prove sono state brevi, dirette, inesorabili e ad altissima tensione: hanno assicurato uno spettacolo raro trasmesso live su YouTube con l’ausilio della grafica 3D del Virtual Eye.

LA FINALISSIMA: UNO SCONTRO A QUATTRO
Allo scontro finale gli equipaggi rimasti in acqua erano quattro: i brasiliani Robert Scheidt e Bruno Prada; i polacchi Mateusz Kusznierewicz e Dominik Zycki; gli americani Mark Mendelblatt e Brian Fatih e il nostro equipaggio tricolore formato da Diego Negri e Sergio Lambertenghi. Al fine di rendere più equa la gara, il comitato di regata ha scelto il course 3, che prevedeva 5 lati, anziché i 4 del course 4, con un arrivo di bolina. Scheidt è stato protagonista di un’eccellente partenza in boa, e da lì ha proseguito sul lato sinistro, che si è subito dimostrato quello favorito, arrivando a girare la prima boa al vento con un sottile margine su Kusznierewicz.

Da lì è partita una lotta serrata fra lui e il timoniere polacco per tutto il lato di poppa ma Scheidt, del tutto imprendibile in poppa nel corso della settimana, è riuscito a conservare il suo vantaggio. Allo stesso tempo, Diego Negri e Mark Mendelblatt facevano gara a sé per il terzo posto come in un match race. Nella seconda metà di gara, non appena il vento si è rinforzato, Scheidt ha trovato ancora una maggiore pressione sulla sinistra, allungando il suo vantaggio su Kusznierewicz e conducendo la regata fino alla fine. L’ultimo lato è stato nemico di Diego Negri: dopo aver scelto una separazione anche lui verso la sinistra del campo di regata, non è gli è stato più possibile rimettere la prua davanti a Mendelblatt. Scheidt si è quindi assicurato la prima edizione delle finali della Star Sailors League con 24 secondi di vantaggio su Kusznierewicz. Mendelblatt ha quindi conquistato la medaglia di bronzo davanti a Negri di un soffio.

STAR SAILOR LEAGUE: LA TOP 5
1. Robert Scheidt (BRA) / Bruno Prada (BRA) – 2,(4),1,3,1,2,2,1,1 – 13 / QF 4 / SF 1 / F
2. Mateusz Kusznierewicz (POL) / Dominik Zycki (POL) – 4,(14),4,6,12,11,3,8,9 -57 / QF 6 / SF 4 / F 2
3. Mark Mendelblatt (USA) / Brian Fatih (USA) – 6,2,3,5,3,7,(9),3,3 – 32 / QF 5 / SF 3 / F 3
4. Diego Negri (ITA) / Sergio Lambertenghi (ITA) – 1,1,6,9,2,13,6,(15),11 – 49 / QF 7 / SF 2 / F 4
5. Johannes Polgar (GER) / Markus Koy (GER) – 11,15,(17),15,5,5,1,11,4 – 67 / QF 2 / SF 5

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi