developed and seo specialist Franco Danese

Ernest Henry Shackleton: l’esploratore implacabile

Strip 39
Strip 39, il cruiser puro dall’aspetto aggressivo
20 novembre 2013
Le 60 regine del 2014 dai 6 ai 20 metri
21 novembre 2013

Sharing is caring, condividilo con i tuoi amici!

Tre volte, invano, ha sfidato il PoloSud. La sua nave è stata stritolata  dai ghiacci. Lui non si è mai arreso: navigando per ottocento miglia su una scialuppa di sette metri in Antartide, ha salvato tutti i 27 membri del suo equipaggio. Scopriamo chi è il più grande esploratore di tutti i tempi.

shackleton

Datemi Scott a capo di una spedizione scientifica, Amundsen per un raid rapido ed efficace, ma se siete nelle avversità e non intravedete via d’uscita inginocchiatevi e pregate Dio che vi mandi Shackleton”. A pronunciare queste parole fu Raymond Priestley, geologo, geografo ed esploratore britannico, anche presidente della Royal Geographical Society. Esagerato? Per niente. Ernest Shackleton è, ancora oggi, l’emblema dell’uomo capace di portare a termine l’impossibile.

 

DALLA CAMPAGNA IRLANDESE AL PACIFICO

Nato nel 1874 a Kilkea House, in Irlanda, Ernest Henry Shackleton a sedici anni si arruola su una nave della marina mercantile britannica, fuggendo dagli studi medici ai quali lo aveva indirizzato il padre. Dieci anni di viaggi tra l’Oceano Pacifico e l’Indiano fanno maturare in lui la convinzione che la marina mercantile non sia adeguata a soddisfare le sue ambizioni. La voglia di raggiungere fama e ricchezza lo spingono quindi a intraprendere la carriera di esploratore e per iniziare si aggrega alla spedizione antartica organizzata dalla Royal Geographical Society e guidata da Robert Falcon Scott, un altro mostro sacro dell’esplorazione dei poli. 

1 Comment

  1. Great beat ! I wish to apprentice at the same time as you amend your site, how could
    i subscribe for a blog website? The account helped me a appropriate deal.
    I have been tiny bit acquainted of this your broadcast offered brilliant transparent concept

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Fai il bordo giusto, iscriviti!

La newsletter più completa per il mondo della vela