Ultime:

Il Vocabolario Semiserio del Velista – Parte 27: da Deriva a Doccia

Prosegue l'esilarante viaggio goliardico nella terminologia marinaresca, "demolita" scherzosamente dal nostro Adriano Gatta: ecco a voi il Vocabolario Semiserio del Velista



Prosegue l’esilarante viaggio goliardico nella terminologia marinaresca, “demolita” scherzosamente dal nostro Adriano Gatta: ecco a voi il Vocabolario Semiserio del Velista…

DERIVA
Terza persona singolare del verbo derivare.
L’A. però, in mancanza di un adeguato vocabolo, non è in grado di dirvi da cosa deriva….(licenza poetica; avremmo dovuto, correttamente, usare il congiuntivo Derivi)

DESTRORSO
Non ha nulla a che fare con le simpatie politiche del plantigrado.
Dicesi Destrorso un velista che da sempre ha fatto scelte politiche diverse da quelle di un altro ben più noto velista, politico pugliese di Gallipoli, del quale, per ovvie ragioni, non possiamo fare il cognome, ma solo il nome: Massimo.

DEVIAZIONE
Modo scorretto di chiamare una virata, tipica delle signore che, vista una bella baia, chiedono di fare una deviazione per raggiungerla con la barca e “fermarvicisi” per fare un bagno e per passarci la notte (vedi Doppiare).

DI FIANCO
Tipico modo per dormire nelle strette cuccette, o nei teli-antirollio o nella Branda, non essendoci spazio sufficiente per dormire in posizione prona o su-pina(sempre che Pina non sia la vostra compagna e che sia d’accordo).

DIAMANTE
Il diamante è una delle tante forme allotropiche in cui può presentarsi il carbonio; in particolare il diamante è costituito da un reticolo cristallino di atomi di carbonio disposti secondo una struttura tetraedrica.
Ecco perché le barche in carbonio sono così care.
Sicuramente vostra moglie preferirebbe un diamante tradizionale e poi si accontenterebbe di una banale barca in vetroresina.

DIANA
Artemide-Diana, dea della caccia, della verginità, del tiro con l’arco, dei boschi e della Luna, durante il sincretismo religioso dell’età imperiale venne ulteriormente identificata con altre divinità femminili orientali.
Secondo la leggenda, Diana – giovane vergine abile nella caccia, irascibile quanto vendicativa – era amante della solitudine e nemica dei banchetti; era solita aggirarsi in luoghi isolati. In nome di Amore aveva fatto voto di castità e per questo motivo si mostrava affabile, se non addirittura protettiva, solo verso chi, come Ippolito e le ninfe che promettevano di mantenere la verginità, si affidava a lei. Diana è gemella di Apollo o Febo ed è figlia di Giove e Latona.
Come avrete capito dalle varie caratteristiche in grassetto, è un personaggio che non provoca interesse alcuno da parte dei rudi marinai che hanno un’i-dea diametralmente opposta alla sua per quanto riguarda la castità, la verginità e, soprattutto, i lauti banchetti.

DINGHY
In origine era il battellino di servizio degli yachts, oggi è il giocattolino, categoricamente in legni pregiati, da regata della VCC(VelaCheConta).

DISALBERARE (vedi foto)
Che sia volontario o accidentale….è un gran casino.

DISARMARE
Togliere un’arma dalle mani di qualcuno.
Raramente potrebbe capitare in barca a meno di un arrembaggio da parte di pirati.

DISARMO
Vocabolo totalmente ignoto ad alcuni Capi di Stato (vedi U.S.A, Corea, Russia, Cina, etc. etc. etc.)

DISTENDERE
Dopo aver fatto il bucato a bordo (raccomandando alle donne di risparmiare l’acqua dolce) si distendono tutti i panni sulle draglie ed, all’occorrenza, anche su scotte e drizze appositamente tesate.
Ovviamente non si naviga, a vela, sinchè tutto il bucato non s’è perfettamente asciugato.

DOCCIA (vedi foto)
Spesso a bordo, specie d’estate è sostituita dalla ben più corroborante e maschia “secchiata”

CONTINUA…

QUI IL LINK ALLA PUNTATA PRECEDENTE

QUI IL LINK A TUTTE LE PUNTATE DEL VOCABOLARIO

CHI E’ L’AUTORE DEL VOCABOLARIO SEMISERIO DEL VELISTA Adriano Gatta, bresciano DOC, classe 1956, free-rider, alpinista, ex nazionale di judo, appassionato di fotografia (sono sue le foto che corredano il racconto), collabora da tempo con il Giornale della Vela. Da anni va a zonzo per il Mediterraneo con il suo Sun Odyssey 40 Bravo Papà 3

NOTE
N.B.1 le definizioni riportate in corsivo sono serie e niente affatto spiritose, non hanno alcun significato scherzoso o goliardico e vanno, quindi, interpretate in modo corretto. Ne potrebbe andare della Vostra vita.
N.B.2 tutti i termini presenti nel vocabolario sono termini legati alla marineria; se volete conoscerne il reale significato vi consiglio: IL VOCABOLARIO DEL VELISTA di Giancarlo Basile ed. Incontri Nautici.
N.B.3 come tutti i vocabolari che si rispettino, i termini sono tutti, CATEGORICAMENTE, in ordine alfabetico.
N.B.4 i termini che nel testo, quando è opportuno, appaiono in grassetto, sono trattati nel vocabolario.
N.B.5 nel libro vengono citati alcuni termini che non compaiono ne Il Vocabolario del Velista. L’ Autore ha deciso, deliberatamente, di inserire questi termini a suo rischio e pericolo.
N.B.6 le immagini, sia di copertina che nel testo, sono tutte dell’Autore.
Qualsiasi riferimento a persone o avvenimenti è puramente casuale…….
L’Autore
Adriano Gatta
DISCLAIMER: L’interpretazione alla lettera di tutti i termini presenti in questo vocabolario, può provocare gravi danni alla Vostra imbarcazione, a quelle naviganti in acque limitrofe alla vostra, agli equipaggi ed a tutte le persone coinvolte nella lettura. L’Autore declina ogni responsabilità per danni a persone o cose causati dalla corretta interpretazione dei termini stessi presenti nel Vocabolario. Per una corretta navigazione, si prega di fare riferimento, unicamente, a testi che trattino, seriamente, la terminologia marinaresca.

Leave a comment

Your email address will not be published.


*