Ultime:

Da Bahia, Cappelletti: “Dopo 50 giorni in mare, sto meglio di prima”

In attesa dei ricambi per il timone a vento che ha dato forfait, Francesco Cappelletti, unico italiano iscritto alla Golden Globe Race, fa il punto da Salvador de Bahia


Nonostante il Golden Globe di Francesco Cappelletti sembri essere una salita senza fine, non molla.
E dal Brasile annuncia:”Ripartirò”. Dopo la partenza in ritardo a causa delle difficoltà a ultimare la preparazione della barca, cosa che lo ha relegato fondamentalmente fuori classifica, lo skipper toscano ha visto il suo timone a vento, accessorio indispensabile per potere condurre la barca dato che non sono previsti i piloti automatici, dare forfait. Quando è successo, a inizio settembre la sua 007 era entrata da pochi giorni nell’emisfero sud e fortunatamente il meteo in regime moderato di Alisei era clemente.

Ecco il messaggio di Cappelletti da Salvador de Bahia:

“Eccomi qua, scusatemi se non mi sono fatto vivo fino adesso… beh, che dire da quando sono qua a Salvador de Bahia sono stato permanentemente occupato a fare docce, appendere il pareo al boma di mezzana, farmi un caffè con la moka e sorseggiarlo mentre chatto a tutt’andare su whatsapp! Questo in un ciclo continuo e ripetitivo di doccia-pareo-caffè-whatsapp che è durato due giorni….
…naturalmente scherzo e cavolo, sono stato più occupato qua di quando stavo in mare. Burocrazia per me e la barca, ma soprattutto cercare di fare arrivare i ricambi per il mio autopilota, già spediti quando ancora ero in navigazione ma arenati in qualche deposito fra Nord America e Sud America per problemi di dogana! Ah! Quando l’uomo è il solo problema dell’uomo ;-)…
Sarcasmi a parte, sono felice di essere qui, mi sento bene e 007 a parte qualche graffio è in perfetto stato.
Ciò che non va non va perchè già non andava alla partenza, quindi asservibile alla preparazione avventurosa che ho avuto. Mentre sono contento di osservare che per quanto riguarda l’effetto dei 50 giorni di mare su me e la barca questi sono stati solo benefici (fatto salvo ovviamente per il logorìo meccanico).

Grazie, grazie davvero a tutti quelli che mi hanno seguito e trasmesso tanto calore. Sono stato costantemente aggiornato via radio e vi assicuro che sapere che tante persone ogni giorno seguono la tua rotta è un po’ come avere tante mani che aiutano!

a presto per aggiornamenti!”

Forza Francesco!

Intanto la regata prosegue e al comando c’è il veterano Jean Luc Van den Heede, che sembra imprendibile, e si appresta a doppiare Capo Leeuwin.

QUI il tracking per seguire il Golden Globe

Leave a comment

Your email address will not be published.


*