Ultime:

VIDEO La barca connessa? Ora esiste davvero (e ha un’anima analogica)

Sui nuovi Dufour 390 e 430 un pannello di controllo minimale e intuitivo permette di accedere a tutte le funzioni di bordo, oltre che di monitorare la barca da remoto con lo smartphone. Il segreto? Un sistema dal “cuore” analogico (che consuma pochissimo)

dufour
“Il mondo è digitale? Noi puntiamo sull’analogico. Ma intelligente”
. Ci ha stupito Paolo Serio di Dufour Yachts quando, a Cannes, ci ha mostrato con orgoglio il pannello di controllo a bordo dei nuovissimi Dufour 390 e 430 firmati da Felci (di cui vi parleremo a breve).

“Ora la barca è veramente connessa grazie a un sistema semplice, con solo dodici tasti con i quali gestirete tutte le funzioni di bordo. E con una SIM telefonica, potrete monitorare la vostra barca, in ogni singolo dettaglio, dal vostro smartphone”.

Dietro a un “look” di ultima generazione e un’interfaccia digital si cela un’anima composta da interruttori analogici, che elimina CAN-bus (l’ormai “tradizionale” sistema di scambio dei dati fra centraline) e altre “diavolerie” per smanettoni. Ma soprattutto, rende il sistema affidabile al 100% perché potrete metterci le mani in caso di eventuali errori. Vedere per credere. Un ultimo dettaglio: il sistema consuma pochissimo: “L’equivalente di due lampadine a LED”. www.dufour-yachts.com

ECCO COME FUNZIONA LA BARCA CONNESSA

SCOPRI TUTTE LE NEWS IN DIRETTA DA CANNES

Leave a comment

Your email address will not be published.


*