Ultime:

Il Vocabolario Semiserio del Velista – Parte 11: da Bermudiana a Bitta

Prosegue l'esilarante viaggio goliardico nella terminologia marinaresca, "demolita" scherzosamente dal nostro Adriano Gatta: ecco a voi il Vocabolario Semiserio del Velista

Prosegue l’esilarante viaggio goliardico nella terminologia marinaresca, “demolita” scherzosamente dal nostro Adriano Gatta: ecco a voi il Vocabolario Semiserio del Velista…

BERMUDIANA
Regata riservata ad imbarcazioni con randa Bermudiana: cioè a 3/4 e con due bottoni sul lato inferiore esterno della balumina. Tutto l’equipaggio deve, obbligatoriamente, indossare il tipico calzoncino corto detto appunto “Bermuda”. Fate attenzione se navigate nella zona di Oceano Atlantico vicino alle omonime isole perché potreste sparire assieme alla vostra imbarcazione ed a tutto l’equipaggio(mogli comprese). Nel caso foste interessati alla cosa fra parentesi….poco prima di raggiungere la zona, scendete a terra col tender con la scusa che avete dimenticato di comperare le sigarette…..

BETTOLINA
Piccolo bar, poco raccomandabile, dove gli equipaggi si ritrovano a fare bagordi una volta scesi a terra.
Diminutivo di Bettola.

BIG BOY
Esclamazione un tempo riservata alle signore, oggi, con l’Outing tanto di moda, usata anche da alcuni maschietti, per indicare un bel marinaio(spesso di colore) che di Big non ha solo i muscoli….

BIGA
Organo genitale bemminile

BISCAGLINA
Simpatica espressione della costa Livornese per indicare una ragazza di origini francesi(Biscaglia) un po’ monella che ama arrampicarsi sulle scalette di bordo.
“ oh biscaglina…..” (sinonimo di Bischerina)

BISCIA
Con le moderne imbarcazioni a poppa aperta è molto più facile che riesca a salire a bordo….non preoccupatevi !!!!
A differenza della vipera non è velenosa e non morde.

BITTA(vedi foto)
Pare essere la forma singolare del termine tedesco Bitte(trad. prego) o la forma femminile del temine tedesco Bitter(trad. amaro) da cui anche la bevanda usata per gli aperitivi. Lo spritz non è contemplato perché per quello si usa l’Aperol ma, sui laghi bresciani( e ‘arridaje), dove viene chiamato “PIRLO”, si usa il Bitter Campari.
In conclusione: cosa c’è di più bello di un Pirlo col Campari seduti su una bitta del porto ad ammirare un tramonto, magari con accanto una tedeschina che alla domanda” cosa fai stasera ?” non capendo la vostra lingua risponde: “Bitte ?”( trad. prego ?)
.azz…..altra serata andata buca…..

N.B. nelle foto si nota la differenza tra una bitta marina, usurata dalla salsedine ed una d’acqua dolce.

CONTINUA…

QUI IL LINK ALLA PUNTATA PRECEDENTE

QUI IL LINK A TUTTE LE PUNTATE DEL VOCABOLARIO

CHI E’ L’AUTORE DEL VOCABOLARIO SEMISERIO DEL VELISTA Adriano Gatta, bresciano DOC, classe 1956, free-rider, alpinista, ex nazionale di judo, appassionato di fotografia (sono sue le foto che corredano il racconto), collabora da tempo con il Giornale della Vela. Da anni va a zonzo per il Mediterraneo con il suo Sun Odyssey 40 Bravo Papà 3

NOTE
N.B.1 le definizioni riportate in corsivo sono serie e niente affatto spiritose, non hanno alcun significato scherzoso o goliardico e vanno, quindi, interpretate in modo corretto. Ne potrebbe andare della Vostra vita.
N.B.2 tutti i termini presenti nel vocabolario sono termini legati alla marineria; se volete conoscerne il reale significato vi consiglio: IL VOCABOLARIO DEL VELISTA di Giancarlo Basile ed. Incontri Nautici.
N.B.3 come tutti i vocabolari che si rispettino, i termini sono tutti, CATEGORICAMENTE, in ordine alfabetico.
N.B.4 i termini che nel testo, quando è opportuno, appaiono in grassetto, sono trattati nel vocabolario.
N.B.5 nel libro vengono citati alcuni termini che non compaiono ne Il Vocabolario del Velista. L’ Autore ha deciso, deliberatamente, di inserire questi termini a suo rischio e pericolo.
N.B.6 le immagini, sia di copertina che nel testo, sono tutte dell’Autore.
Qualsiasi riferimento a persone o avvenimenti è puramente casuale…….
L’Autore
Adriano Gatta
DISCLAIMER: L’interpretazione alla lettera di tutti i termini presenti in questo vocabolario, può provocare gravi danni alla Vostra imbarcazione, a quelle naviganti in acque limitrofe alla vostra, agli equipaggi ed a tutte le persone coinvolte nella lettura. L’Autore declina ogni responsabilità per danni a persone o cose causati dalla corretta interpretazione dei termini stessi presenti nel Vocabolario. Per una corretta navigazione, si prega di fare riferimento, unicamente, a testi che trattino, seriamente, la terminologia marinaresca.

Leave a comment

Your email address will not be published.


*