Ultime:

Prenditi cura della tua barca e sarà sempre “giovane”!

Anche l'occhio vuole la sua parte: ecco come prendersi cura dei tessuti della tua barca

Come per tutto, anche nel mondo della vela l’occhio vuole la sua parte. Vi sarà capitato di salire a bordo di barche che a pari età erano state curate in maniera molto differente. A trasmettere questa idea sono soprattutto i tessuti, i primi a risentire del passare del tempo se non trattati adeguatamente. Cosa fare allora per avere una barca sempre nuova? Impiegando un po’ di tempo nella pulizia e nel mantenimento: ecco come fare!

Per mantenere il colore naturale

Sul mercato esistono dei prodotti specifici che mantengono intatta nel tempo la tonalità distintiva del tessuto. È buona norma, in ogni caso, evitare di lasciarli all’esterno durante il periodo invernale, meglio riporli in un luogo asciutto (in garage) o all’interno della barca.

Contro lo sporco

Quello normale, dato dall’utilizzo quotidiano, viene eliminato tranquillamente con acqua e sapone, mentre le macchie più resistenti e più dure, devono essere rimosse con solventi specifici. In ogni caso fate attenzione a non pressare troppo il panno umido, si rischia di ottenere il risultato contrario mandando più a fondo lo sporco tra le fibre. Piuttosto tamponate leggermente e pazientemente fino alla scomparsa della macchia; infine ripassate con acqua e sapone neutro.

Attenzione alle temperature

Di norma il caldo non crea problemi ai tessuti, naturali o sintetici che siano. Il vero nemico è il grande freddo. Di notte, anche al mare, gli sbalzi di temperatura possono essere repentini e notevoli, con un alta differenza termica e le fibre si possono rovinare. Per questo motivo conviene riporre, prima della stagione invernale, tutti i cuscini esterni in un luogo riparato e asciutto.

Leave a comment

Your email address will not be published.


*