Ultime:

Seascape 14: ecco la deriva secondo il cantiere sloveno

Seascape esce allo scoperto: la grande novità è una deriva di 14 piedi disegnata da Sam Manuard

Versatilità. Questa è la prima caratteristica che si riconosce osservando i disegni del nuovo Seascape 14. Questa nuova imbarcazione del cantiere sloveno, che per la prima volta nella sua storia lancia sul mercato una deriva, è infatti pensata per essere portata sia in doppio che in singolo. Ma non solo: si è pensato anche a renderla semplice e facile per i principianti proponendo tre diverse configurazioni del piano velico.

Il piano velico completo di fiocco, randa e gennaker su bompresso retrattile, può trasformarsi con due semplice mosse nella configurazione solo randa, rollando il fiocco e spostando la deriva nella cassa più a poppa (la barca è infatti dotata di due casse per la deriva).

Questa imbarcazione va a infilarsi in un mercato delle derive molto affollato dove troviamo come competitors imbarcazioni di grande successo sia singoli che doppi come il Melges 14, il 29er, il Laser, il 420, l’RS Aero. E allora vi proponiamo un’interessante tabella che mette a confronto i dati tecnici di queste imbarcazioni.

Il progetto dello scafo è di Sam Manuard che ha disegnato un’imbarcazione stabile e performante ma anche facile da gestire. Il Seascape 14 fa poi della leggerezza (lo scafo pesa solo 67 chili) uno dei suoi punti di forza che regaleranno ai timonieri l’emozione della planata facile. Grande attenzione è stata poi dedicata alla stabilità longitudinale della barca che permette di avere due grandi vantaggi: da una parte evita facili ingavonamenti e dall’altra aiuta a entrare facilmente in planata.

Facile da trasportare sul tetto dell’automobile, il Seascape 14 è anche dotato di ruote removibili che eliminano gli scomodi carrelli per mettere in acqua la barca.

www.thinkseascape.com
info@seascapeitalia.it

Leave a comment

Your email address will not be published.


*