Ultime:

Traversata oceanica in Star, Noseda ai box di Capo Verde: “Ma io vado di là”!

Pit stop a Mindelo per problemi tecnici, ma l'avventura della Star in Oceano di Dario Noseda non si ferma di certo

Attraversare l’Oceano con una Star è un’impresa lunga e difficile (Leggi QUI), ma Dario Noseda è un combattente e non si arrende davanti agli imprevisti. Partito da Tenerife, Canarie, e diretto a Bahamas dopo una rotta lunga quasi 3000 miglia, Dario Noseda ha affrontato i primi passi della sua avventura iniziata subito in salita e adesso momentaneamente in stand by, ai box di Mindelo, Capo Verde.

Pa2sh, il nome della Star del navigatore italiano, ha infatti avuto alcuni problemi tecnici di natura elettronica che hanno costretto Noseda a lunghissime ore al timone senza riposare. Problemi che Dario ha cercato di risolvere coraggiosamente in mare, prima di arrendersi all’eventualità di un pit stop a terra con l’obbiettivo di rimettere tutto a posto e ripartire per il grande salto atlantico. “Fin qui ci siamo arrivato, ma non è finita, io ci vado di la”, sono state le prime parole di Noseda ancora prima di sbarcare a terra.

Sosta forzata quindi a Mindelo, arcipelago di Capo Verde, dove Noseda e la sta Star sono in questo momento fermi ai box. Pa2sh ha percorso circa 1000 miglia in 11 giorni, un’andatura prima rallentata dal vento leggero e poi dagli imprevisti tecnici. Noseda non ha alcuna intenzione di abbandonare la sua sfida e la ripartenza da Mindelo è in programma non appena possibile.

Leave a comment

Your email address will not be published.


*