Ultime:

Finalmente il saildrive che diventa idrogeneratore (e tutti i prodotti premiati al DAME)

Dal saildrive elettrico che diventa idrogeneratore al kit per rendere accessibile a tutti una deriva, ecco tutti i premiati del DAME


Il METS di Amsterdam, la più grande fiera di accessori nautici al mondo, è il luogo migliore per toccare con mano tutte le novità più interessanti.
Un vero e proprio “festival” che ha i suoi “Oscar”. Stiamo parlando del DAME Award, che ogni anno viene assegnato (da una giuria di giornalisti e addetti ai lavori “top”) alle aziende che hanno saputo stupire nel campo degli accessori, dei componenti e degli impianti. Un premio che fa gola a molti: quest’anno erano 122 i prodotti candidati (uno per azienda), in rappresentanza di 22 paesi. Ancora prima del vincitore overall, noi vi sveliamo il prodotto che più ci ha colpito. E che, messo ulteriormente a punto, potrà rappresentare davvero una rivoluzione verso l’autonomia energetica in barca.

IL PIEDE ELETTRICO CHE E’ ANCHE UN IDROGENERATORE
Nella categoria “Machinery, propulsion, mechanical and electrical systems and fittings” era abbastanza prevedibile, viste le tendenze di mercato, che il premio fosse assegnato a un sistema di propulsione elettrica. Ha vinto Servoprop di Oceanvolt: non è soltanto un pod elettrico di facile installazione, ma grazie al passo variabile (le pale si orientano in quattro posizioni, ottimizzando la resa in marcia avanti, retromarcia, come generatore quando si naviga a vela e chiuse quando si vuole minimizzare l’attrito) Servoprop migliora l’efficienza della propulsione.

La grande novità è appunto che può essere utilizzata come idrogeneratore quando si naviga a vela e fornire fino a 1kW di energia generata a 6-8 nodi di velocità. Dicono che sia in grado di generare, in tre ore di navigazione a vela, l’energia sufficiente per far andare un’ora il motore. Il che non sarebbe affatto male. Il team di Oceanvolt è al lavoro su un’ulteriore evoluzione: facendo dialogare Servoprop con il GPS, si potrà avere un passo variabile che cambi a seconda della velocità della barca. C’è un tallone di Achille, per adesso: il prezzo. Circa 20.000 euro… SCOPRI DI PIU’

dameIL VINCITORE OVERALL
Il DAME 2017 parla inglese e va nella direzione dell’inclusione sociale. Vincitore assoluto è stato infatti l’RS Venture Connect Conversion kit di Scanstrut. Di cosa si tratta? Di un sistema ideato per trasformare una deriva per velisti normodotati (l’RS Venture, appunto) in un mezzo sicuro e di facile utilizzo, anche da parte di portatori di handicap. Il kit è “plug & play” (lo porti a bordo e in trenta minuti sei pronto a utilizzarlo) con cavi impermeabili secondo lo standard IPX7: alimentato da una batteria ricaricare gestita da un pannello di controllo, un winch elettrico per la scotta randa, una cuffia con microfono e un joystick con cui controllare timone e randa. Perché il microfono? Perché la barca può essere manovrata anche con controllo vocale. Questa opzione rende l’RS Venture fruibile anche da persone con paraplegia e problemi motori gravi. SCOPRI DI PIU’

Vediamo adesso quali sono gli altri prodotti vincitori di categoria che interessano ai velisti.

IL MOB… DA SMARTPHONE
La categoria dedicata alla sicurezza (“Lifesaving and safety equipment“) vede vincitore CrewWatcher di Weems & Plath. Un localizzatore personale di utilizzo molto intuitivo (questa la ragione della vittoria) che, nel caso cadiate in mare, segnalerà immediatamente agli smartphone e tablet dell’equipaggio la caduta. SCOPRI DI PIU’

UN PANNELLO DIGITALE DAL LOOK ANALOGICO
Un pannello elettrico chiaro e dal look analogico, ma digitale. Nell’epoca della “barca connessa” (altra tendenza del mercato) non poteva mancare un vincitore di questo tipo nella categoria riservata all’elettronica “Marine electronics & marine related software”. E quest’anno è toccato a Nereide di Simarine. SCOPRI DI PIU’

LA SUPERCERATA
Nella categoria “Clothing and crew accessories” ha vinto facile la cerata Isotak X di cui vi abbiamo parlato ieri.

GLI ALTRI VINCITORI DI CATEGORIA
Gli altri vincitori di categoria sono stati Seabin V5 Floating Dock, un cestino per la spazzatura galleggiante da mettere nei porti (“Marina equipment, boatyard equipment and boat construction tools and materials”) e il sedile da pilotaggio “avveniristico” P400 Matrix di Besenzoni (“Interior equipment, furnishings, materials and electrical fittings used in cabins”).

SCOPRI TUTTE LE NEWS DI TECNICA E ACCESSORI

SCOPRI LA PRIMA PUNTATA IN DIRETTA DAL METS

SCOPRI LA SECONDA PUNTATA IN DIRETTA DAL METS

Leave a comment

Your email address will not be published.


*