Ultime:

Le GATTA-CARTOLINE Saluti e baci da…. Cagliari!

Prosegue il viaggio di Adriano Gatta in 15 puntate, da Trapani ad Alghero lungo la costa occidentale della Sardegna e ritorno: in stile "cartolina", ecco il racconto ricco di consigli utili per voi crocieristi!

Prosegue il viaggio di Adriano Gatta sulla Rotta Sardegna – Trapani -Sardegna, in direzione “ostinata e contraria). Ecco la quarta puntata…

Ciau a tutti dalla bellissima ed accogliente Cagliari, o meglio Casteddu in sardo…..eh già, qui in Sardegna, o meglio in Ichnusa( proprio come la birra) ci tengono molto alla lingua sarda. Pensate che alcune località hanno il nome soltanto in Sardo qui la tz si legge z dura la s si pronuncia come una z dolce e la x suona come la sg. Siamo a Cagliari dopo una veleggiata stupenda di bolina; 15 miglia che sono diventate quasi trenta per i bordi e per le puntate a terra a vedere spiagge e baie: Solanas,baia delle stelle etc.

Il Poetto, da non perdere, anche se è la spiaggia dei Cagliaritani ed è sempre affollata ,soprattutto dal mare è molto bella. E poi capo Sant’ Elia,
selvaggio e deserto anche se a pochi km dal centro città. Attenzione nelle baie sotto le rocce a picco c’è l’ordinanza che vieta l’atterraggio per pericolo di frane, ma dalla barca è possibile ancorare per fare un bagno.

E poi il porto, enorme, con la splendida passeggiata di levante che porta dai Marina al centro città. Attenzione ai canali di entrata ed uscita dal porto. È possibile dare fondo in rada davanti al lungomare ed ammirare, al tramonto il volo dei fenicotteri che tornano allo stagno di Molentargius(assolutamente da vedere).

E poi i prezzi dei marina della zona di Levante: attorno ai 3.000/3.300 € per tutto l’anno per un 40’. E poi i delfini, spesso a caccia nel porto, tra le barche a pochi metri dalle auto. E poi Casteddu, la citta vecchia, posta sopra una rupe che domina tutto il golfo, con i suoi palazzi sabaudi e le sue chiese.

E poi la raffineria di Sarroch, sul lato occidentale del golfo….al tramonto anche lei riesce ad essere …meno brutta del solito…..( attenzione al canale navigabile riservato alle petroliere)

E poi i ristoranti. Pensavo che Trapani fosse la città di mare col maggior numero di locali ma Cagliari la batte di gran lunga. Tre nomi ? Stella marina di Montecristo, dove troverete quasi tutte le sere l’indimenticato calciatore Gigi Riva (ha un tavolo riservato con un trono).

Pizzeria il Porcile (dal nome di un famoso ammiraglio Cagliaritano) Bistrot e Next Pomata (finalmente uno chef stellato che non se la tira….)

E poi gli sport tipici praticati in porto: Kayakbasket e Canoaspinning (vedi foto)

E poi…..e poi…..
Fermatevi a Cagliari e cercatevelo Voi
Buon vento…anzi buona termica
(purché non sia sempre e solo maestrale)

Testo ed immagini di Adriano Gatta

Adriano Gatta, bresciano DOC, classe 1956, free-rider, alpinista, ex nazionale di judo, appassionato di fotografia (sono sue le foto che corredano il racconto), collabora da tempo con il Giornale della Vela.

LEGGI LA PUNTATA PRECEDENTE

Leave a comment

Your email address will not be published.


*