Ultime:

In questa foto ci sono tre “pazzi”: tra di loro si nasconde il nuovo Moitessier?

Patrick Phelipon, Nerée Cornuz, Francesco Cappelletti: tre "pazzi" al Giro del Mondo senza strumenti. Tre amici, tre italiani (acquisiti e non) da sostenere

giro del mondo“In mare saremo avversari. Ma a terra, amici per la pelle”. La foto che vi mostriamo parla chiaro: Patrick Phelipon (a sinistra), Nerée Cornuz (al centro) e Francesco Cappelletti (all’estrema destra, accanto a lui Fabrizio Ladi Bucciolini) si sono incontrati al Marina di Pisa e a bordo dell’Endurance 35 007 di Francesco hanno fatto il punto della situazione, scambiato pareri, esperienze e difficoltà. Tutti e tre risultano iscritti alla mitica Golden Globe Race 2018 (giro del mondo in solitario su barche da 32 a 36 piedi costruite prima del 1988 con dislocamento minimo di 6.200 kg e chiglia lunga, senza strumenti elettronici: partenza da Plymouth in Inghilterra il prossimo 30 giugno), la regata per celebrare il cinquantenario di quella avventura che consegnò alla storia mostri sacri quali Robin Knox-Johnston e Bernard Moitessier. Il quarto della foto (secondo da destra), Fabrizio Ladi Bucciolini, avrebbe dovuto anch’egli partecipare ma si è ritirato, rimanendo però a disposizione per consigli e aiuti.

ITALIANO, SVIZZERO, FRANCESE? NO, TUTTI ITALIANI!

Ufficialmente, solo uno di loro batterà bandiera italiana, il toscano Cappelletti (classe 1978, skipper commerciale e marinaio full time), ma di fatto nelle vene di tutti e tre scorre sangue azzurro. Nerée Cornuz (vi abbiamo raccontato le sue peripezie QUI e QUI) correrà con i colori della Svizzera a bordo di Rendez-Vous, un lello 34, ma il suo accento è squisitamente partenopeo ed è un procidano doc. Phelipon (nato ad Agadir, in Marocco nel 1953 ma vissuto a La Rochelle) è il francese più “romagnolo” della storia, visto che è da una vita in Italia nella “cricca” di Cino Ricci che lo andò a “pescare” in Francia, dove il navigatore vantava già un pedigree da invidia (era a bordo del Pen Duick VI di Tabarly). Anche lui, come Cappelletti, prenderà parte alla regata su un Endurance 35 (Elbereth). Lo abbiamo già intervistato QUI. Volete conoscerli di persona prima che si lancino nella grande avventura? Venite alla VELA Cup di Marina di Pisa il prossimo 16 settembre, ci saranno anche alcuni di loro!

Da sinistra: Francesco Cappelletti, Nerée Cornuz, Patrick Phelipon a bordo dell’Endurance 007 di Cappelletti

PER CHI TIFARE?
Ci troveremo a dover scegliere per chi tifare al Golden Globe? Potrebbe.
Il condizionale è d’obbligo perché la sfida, oltre che essere impegnativa dal punto di vista fisico e umano, lo è anche – e soprattutto – dal lato economico e gli imprevisti sono dietro l’angolo. Ma ad oggi tutti e tre gli skipper si sono dichiarati intenzionati ad andare fino in fondo. D’altronde gli italiani, si sa, sono un popolo di santi, poeti ma soprattutto di navigatori. Iniziamo dandogli una mano e mettendo like alle loro pagine Facebook: Francesco Cappelletti, Nerée Cornuz, Patrick Phelipon!

TUTTI GLI AGGIORNAMENTI SUL GOLDEN GLOBE 2018

SCOPRI TUTTE LE NEWS DI GUARDA CHE FOTO

Leave a comment

Your email address will not be published.


*