Ultime:

CONSIGLI PRATICI – Come sostituire la gommatura del teak?

Molte barche di vetroresina hanno la coperta rivestita in teak che richiede un’accurata manutenzione nel tempo: vediamo come sostituire la gommatura

teak
La coperta in teak è uno dei simboli di eleganza senza tempo delle barche a vela. Tuttavia il teak richiede un’accurata manutenzione. Chi ha una barca con questo tipo di coperta sa bene che uno dei problemi principali riguarda l’usura della gommatura nera.

COME VIENE POSATO IL TEAK
Le doghe di teak vengono fissate con un collante alle coperte di vetroresina. Ogni doga viene unita lateralmente a incastro a metà della sua profondità e la risultante intercapedine è riempita con gomma poliuretanica flessibile. Spesso capita che la gomma perda aderenza nelle canalette, facendo penetrare acqua nei bordi delle doghe. Quando questo succede, questa deve essere rimossa e sostituita, per evitare che l’umidità penetri sotto. L’obiettivo è quello di rimuovere la gomma il legno al suo posto, come mostrato nella sequenza a lato.

LA GOMMATURA DEL TEAK
Schermata 2014-10-27 a 16.17.21

still-1COME PULIRLO?
Le coperte in teak vanno pulite con una spazzola morbida o una paglietta metallica da cucina strofinando perpendicolarmente alla venatura. Andrebbero inoltre regolarmente bagnate con acqua di mare per evitare che si secchino (foto a lato)
.

StampaQuesti consigli sono tratti dal volume “La bibbia delle riparazioni in barca” edito da Nutrimenti (pp. 308, 24,65 euro): un manuale pratico pensato per tutti gli amanti del fai da te. Potete acquistarlo QUI

5 Comments on CONSIGLI PRATICI – Come sostituire la gommatura del teak?

  1. Io definirei questo metodo il migliore per distruggere definitivamente il teak, partiamo dal fatto che è molto difficile togliere la gomma con un taglierino ma soprattutto rimettere la gomma senza aver applicato il primer significherebbe sprecare tempo e soldi,
    Io consiglio fein multi master marine top per eliminare la gomma, primer e gomma sika quella nuova da applicare dopo un’accurata pulizia

  2. giorgio rezzonico // ottobre 30, 2014 at 6:50 pm // Rispondi

    avendo fatto questa operazione più di una volta dico :
    1°) impregnare la canaletta col primer
    2°) inutile ( e forse dannoso) delimitare i comenti col nastro adesivo
    3°) NON livellare la gomma con la spatola ma abbondare con la gomma
    4°)dopo qualche giorno di stagionatura,tagliare a filo la gomma con una lama sottile
    5°)levigare il tutto con l’orbitale.

  3. Io come consiglio invece suggerisco di eliminare il teak.
    Meno peso nei posti sbagliati, meno soldi spesi in manutenzione,meno piedi scottati, meno scivolate sulla prua …
    Capisco chi ha una barca in legno, ma gli altri?? Sono barche a vela, mica appartamenti col parquet

  4. …pulire con una paglietta di ferro???? e perpendicolarmente alla venatura????

    se si vuole rovinare il legno il metodo è perfetto.
    Ma chi è il m Linus habens che scrive così?

    Si pulisce, DA SECOLI, con uno spazzolone di saggina dura lavorando LUNGO venatura e bagnando spesso con acqua

    Poi si passa l’olio, a teak asciutto.

    La paglietta di ferro si usa per pulire le pentole incrostate

  5. *minus habens

Leave a comment

Your email address will not be published.


*