Ultime:

A lezione di inglese: 5 termini nautici di derivazione anglosassone

I termini inglesi stanno invadendo il mondo della vela e spesso sentiamo pronunciare delle parole apparentemente incomprensibili, andiamone a conoscere qualcuna

I primi giorni di vela per tutti sono stati caratterizzati da figura fantozziane ogni qual volta sentivamo un nuovo termine nautico di cui non conoscevamo il significato. Onde evitare di assumere le movenze in barca del famoso ragioniere, continuiamo il nostro ripasso di termini nautici dai nomi un po’ astrusi. Questa volta nella nostra selezione inseriamo anche qualche termine di derivazione inglese, perché sempre più spesso queste parole vengono usate in barca per indicare attrezzatura o accessori.

Full Batten

La randa con le stecche lunghe dotata di carrelli e garrocci, una delle invenzioni più comode prestate dal mondo delle regate a quello della crociera.

Windage

Letteralmente possiamo tradurre questo termine con “resistenza” aerodinamica. A generare il windage sono quelle componenti della barca esposte al vento che frenano l’avanzamento.

Backstay

Altro non è che il paterazzo. Conoscere questa parola può essere utile quando consultiamo cataloghi in lingua inglese in cerca di attrezzatura.

Time on distance

Letteralmente “tempo sulla distanza”, è un’espressione che si usa nel mondo delle regate a compensi, o anche semplicemente quando calcoliamo il tempo che ci separa dalla linea di partenza con una data intensità di vento ed una data distanza.

Jibeset

Una particolare manovra ai giri di boa di una regata: consiste nell’issare lo spinnaker dopo avere cambiato mura con una strambata, issandolo quindi sulle mura opposte rispetto a quelle con le quali siamo arrivati in boa.

PER SAPERNE DI PIU’ CLICCA QUI

Leave a comment

Your email address will not be published.


*