Ultime:

Reliance: la barca più estrema mai costruita in Coppa America è del… 1903!

Il Reliance, classe 1903, secondo voi, è la barca più "mitica" di sempre? Leggete la sua storia e decidete se merita il vostro voto!

barche

Vi stiamo presentando, in ordine di tempo, quelle che secondo noi sono le 30 barche mitiche della storia della vela. Hanno fatto imprese, riuscite e non, hanno segnato la storia dello yachting moderno, hanno stupito perché hanno osato anticipare i tempi. Non le troverete mai esposte in un museo reale, noi ve le mostriamo, vi raccontiamo le loro incredibili storie e vi invitiamo a votare online la vostra preferita.

VOTA LA TUA PREFERITA QUI!

La visita del nostro “museo virtuale” prosegue oggi con il Reliance, la barca più estrema che si sia mai vista in Coppa America. Ed era il 1903!

RELIANCE: LA STORIA DELLA BARCA DA COPPA PIU’ ESTREMA DEL MONDO!
Reliance, la barca che difese (con successo) l’America’s Cup nel 1903, è la barca più estrema che abbia mai navigato in Coppa: lunga 27,4 metri al galleggiamento e 43,5 fuori tutto, misurata dalla punta del bompresso alla fine del boma era lunga 60 metri! Nata dal genio di quello che è considerato il più grande progettista e inventore della vela moderna, Nathaniel Herreshoff (le sue barche difesero con successo la Coppa dal 1893 al 1920), quando era sbandata l’opera morta si trasformava in linea di galleggiamento rendendola molto più performante. Il povero challenger inglese Shamrock III di Sir Thomas Lipton perse le prime due regate e la terza si perse nella nebbia.


Sentite cosa scrivono, in dettaglio, gli amici di Nautica Report:

Reliance fu progettato per sfruttare al meglio il Seawanhaka ’90-foot’ rating rule e considerato come un “freak racing” adatto solo per l’uso in determinate condizioni. La Coppa America del 1903 fu l’ultima ad essere corsa secondo la questa regola. Il suo disegno approfittò di una scappatoia nella Seawanhaka ’90-foot’ rating rule, per produrre una regata di yacht con lunghe sporgenze ad ogni estremità in modo da aumentarne la velocità.

Per risparmiare peso, era completamente finito sotto ponte, con cornici a vista. È stata la prima barca da regata dotata di verricelli sottocoperta in un’epoca in cui i suoi concorrenti invocavano il man-power. Nonostante questo necessitava per la regata, a causa del suo grande piano velico, di un equipaggio di 64 unità.

Reliance fu costruita per un unico scopo: difendere con successo la Coppa America. Misurava 61 metri di lunghezza e la punta dell’albero era di 61 metri dall’acqua, l’altyezza di un edificio di 20 piani. Tutto era gigantesco, il tangone misurava 26 metri di lunghezza e la superficie velica era di 1.501 m2.

La sua carriera agonistica fu straordinariamente breve e imbattuta. Sconfisse il suo sfidante di Coppa America Sir Thomas Lipton su Shamrock III, progettato da William Fife, in tutte e tre le gare con un tale margine nella terza prova che Shamrock III fu costretta a ritirarsi.

Reliance, progettata da Nathanael Herreshoff, propose immediatamente la regola di valutazione universale di evitare tali navi estreme, pericolose e costose, che resero Reliance una concorrente inadeguata nelle gare successive. Ci fu molta speculazione sul fatto che la vittoria di Reliance fosse dovuta al design dello yacht o all’abilità del comando di Charlie Barr. Lipton propose dopo la gara di scambiare l’equipaggio delle due barche per decidere la questione ma l’offerta fu rifiutata dai proprietari di Reliance.

La sua carriera di grande successo fu di breve durata e fu venduta per la demolizione nel 1913 .

Caratteristiche
Yacht Club: New York Yacht Club
Nazione: Stati Uniti
Coppa America Anno (s): 1903
Tipo di carena: Cutter aurico
Designer (s): Nathanael Greene Herreshoff
Costruttore: Herreshoff Manufacturing Company
Lanciato: 1903
Proprietario (s): Cornelius Vanderbilt III Sindacato
Skipper (s): Charlie Barr
Marinai: 64
Vittorie notevoli: 1903 Coppa America
Destino: rottamazione 1913
Specificazioni
Dislocamento: 189 tonnellate
Lunghezza: LOA 201 ft 0 in (61.26 m)
LWL 90 ft 0 in (27.43 m)
Larghezza: 26 ft 0 in (7.92 m)
Pescaggio: 20 ft 0 in (6.10 m)
Superficie velica: 1.501 m 2 (16.160 m²)

SCOPRI LE 30 BARCHE DEL MUSEO VIRTUALE

TUTTE LE NEWS E LE CURIOSITA’ DELLE MITICHE 30 BARCHE

Leave a comment

Your email address will not be published.


*