Ultime:

Caterina Banti, dalla lite con “Rufo” all’oro con Tita: il Nacra italiano sul tetto d’Europa

Trionfo italiano a Kiel, il Nacra 17 di Tita-Banti è oro europeo, rivincita per Caterina dopo essere finita al centro del ciclone

A inizio anno era finita al centro di una brutta polemica per avere “tradito” il suo vecchio timoniere, Lorenzo “Rufo” Bressani, cambiando equipaggio, oggi la ritroviamo sul tetto d’Europa con Ruggero Tita (che arriva dai 49er) nella classe mista Nacra 17 foil: in meno di sei mesi la prodiera Caterina Banti è passata dal centro del ciclone a una medaglia d’oro. E va bene così, perché l’Italia oggi con questi due ragazzi porta a casa una medaglia pesante, di quelle che contano, in quella che sarà la prima vera disciplina foil alla prossima olimpiade di Tokyo. Era importante iniziare il quadriennio nel modo giusto e la coppia italiana nelle acque di Kiel ha dimostrato di essere già ben rodata, un passo avanti agli altri.

Il parziale dei due atleti italiani è di altissimo livello: 2-5-2-4-2-4-9-1-6-4-12-2-6-6-8, l’oro è vinto davanti agli spagnoli Echavarri-Pacheco e agli inglesi Saxton-Dabson. Ovvio, il livello di inizio quadriennio, soprattutto su una classe che ha introdotto una grossa novità come i foil, è ben lontano da quello che vedremo all’olimpiadi e Tita-Banti dovranno crescere molto per restare competitivi, ma partire un passo avanti agli altri è comunque meglio che inseguire. A proposito, Vittorio Bissaro è sceso in acqua per la prima volta in un appuntamento ufficiale con la nuova prodiera Maelle Frascari, dopo il saluto con Silvia Sicouri, centrando il decimo posto generale. Non sono le posizioni a cui è abituato Vittorio ma Bissaro comunque c’è, è nei 10, e ha quattro anni davanti per trovare la giusta alchimia con la Frascari e tornare vincente.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NEWS DI REGATE E SPORT

Leave a comment

Your email address will not be published.


*