Ultime:

CIAO PORTO! Tutte le rade più belle (e non solo) sul nuovo numero del Giornale della Vela

Benvenuti a bordo del numero di luglio del Giornale della Vela, in edicola e in digitale: crocieristi, abbiamo lavorato per voi!

Benvenuti a bordo del numero di luglio del Giornale della Vela, in edicola e in digitale. Un numero dedicato a tutti voi che vi state preparando a mollare gli ormeggi per l’agognata crociera estiva. Due grandi servizi vi saranno utilissimi.

velaCIAO PORTO!
Per esperienza, sappiamo che dal Tirreno settentrionale a quello centrale, Sardegna compresa, trovare un posto in banchina spesso è impossibile.

Per risolvervi il problema abbiamo selezionato 24 ancoraggi dove fermarvi per una notte in rada, rifuggendo il caos dei porti. Li abbiamo selezionati con tre semplici criteri: 1. Devono essere in prossimità di un borgo in modo da poter scendere a terra per fare approvvigionamenti, cenare al ristorante o bere un caffè 2. Devono essere ridossi di grande bellezza naturale e ben riparati in condizioni di tempo buono, con un’ampiezza e una profondità sufficiente a permettere l’ancoraggio alla maggior parte delle barche 3. Il mare deve essere bello e pulito, permettendo di fare un bagno quando si vuole (sul numero di agosto ci sarà la seconda puntata con Corsica, Croazia, Eolie, Egadi, Tremiti e Gargano).

velaI MARINA “VIRTUOSI”
Il secondo è il Dossier Porti 2017, dove vi raccontiamo quali sono, lungo le nostre coste, i Marina più “virtuosi” (dove sarete coccolati durante la vostra permanenza all’ormeggio). Questo, e molto altro, scoprirete nel numero di luglio del Giornale della Vela. Scopritelo in anteprima con noi, ecco alcune “chicche” che troverete…

vela1. TUTTI I SEGRETI DELLE “NON BARCHE”
Ok, la Coppa America è finita, New Zealand ha vinto. A livello tecnologico, difficilmente si tornerà indietro. Quindi è il caso di capire – molti ancora se lo domandano – come funzionano gli AC50, come si armano, come fanno a volare, come sono cambiate le regate. Tutti i segreti dei catamarani foil che hanno rivoluzionato la regata più famosa del mondo.

2. SIMBOLI, SAI COSA VOGLIONO DIRE?
Icone, colori, numeri, descrizioni. Nelle carte meteo che tutti consultiamo si da per scontato che tutti sappiamo a cosa corrispondono e, soprattutto, cosa indicano. Ma di mestiere non facciamo i meteorologi! Una piccola guida ai significati con alcuni consigli. Per non prendere cantonate e navigare sicuri.

3. QUESTO MARINAIO SAREBBE DIVENTATO UN MITO DELLA VELA
Simone Bianchetti Da bambino aveva un sogno: doppiare Capo Horn. Ci è riuscito poco prima di morire. Ecco la vita avventurosa e fuori dagli schemi del velista romagnolo, dalle sbronze nei ghetti sudafricani agli oceani selvaggi. Sempre al limite.

4. TRADIZIONALE O ELETTRICO?
La domanda che si pone chi deve acquistare o cambiare il motore del tender è: finalmente è giunto il momento di scegliere un modello elettrico oppure resto sull’affidabile motore a scoppio? Senza prendere in esame temi ecologici, abbiamo deciso di tagliare la testa al toro e di attenerci solo a dati oggettivi. Abbiamo messo a confronto quattro modelli di fuoribordo 4 tempi di potenza tra i 2,3 e i 3,5 cv e due elettrici che il costruttore paragona a dei 4 cv tradizionali. E abbiamo scoperto che…

5. FENOMENO ESSE
Lo sapevate che in giro per i mari e i laghi del mondo ci sono circa duecentotrenta imbarcazioni della classe Esse disegnate dalla “nostra” Felci Yacht Design? Si tratta di tre “monotipi da famiglia” (Esse 850, Esse 990 e Esse 750), imbarcazioni per divertirsi in regata a livello amatoriale senza l’obbligo di avvalersi di velisti professionisti per avere delle possibilità di portare a casa qualche risultato. Un fenomeno prettamente extra-italiano, nelle nostre acque navigano infatti solo cinque imbarcazioni, che cerchiamo di analizzare insieme alle menti che lo hanno progettato, quella di Umberto Felci e quella dello svizzero Josef Schuchter.

6. POGO 12.50, ALLA RICERCA DELLA SEMPLICITA’
Il dodici metri del cantiere francese fa da “ponte” tra la crociera sportiva e il mondo degli open oceanici. Una barca non solo per velisti esigenti che cercano emozioni, ma anche per andare veloci e comodi in crociera. Ecco il risultato della nostra prova…

7. COSI’ ABBIAMO VINTO LA 151 MIGLIA – OSTAR – TUTTE LE REGATE
Vi raccontiamo come l’X-41 Lisa ha conquistato la classifica overall della super classica del Tirreno che anche quest’anno ha attirato oltre mille velisti nelle splendide acque toscane. Una regata da fare almeno una volta. Inoltre, vi raccontiamo l’impresa di Andrea Mura alla Ostar e la disavventura di Michele Zambelli. E tutte le altre regate del mese.

8. SPINNING E BOLENTINO, LA CENA E’ SERVITA
Torniamo a parlare di pesca. Dopo la prima puntata dedicata alla traina in barca sullo scorso numero andiamo a studiare altre due tecniche che possiamo praticare con successo dalla nostra imbarcazione durante le vacanze estive. Lo spinning e il bolentino sono due tecniche relativamente semplici e poco costose fino a certi livelli, con un po’ di fortuna possono regalarci piacevoli e gustose sorprese.

9. GIRAGLIA, BONACCIA CANAGLIA
Nel ventone si vedono i veri marinai, nella bonaccia i veri regatanti. E’ stata un Giraglia dove il “naso” dei tattici ha fatto la differenza. Vi raccontiamo come è andata la lunga più famosa del Tirreno.

10. LE REGOLE BASE DI UNA CROCIERA FELICE
Siete pronti a mollare gli ormeggi? Ecco la nostra lista di cose da fare (e da non fare) per rendere la vostra vacanza in barca un’esperienza indimenticabile.

Il Giornale della Vela lo trovi in edicola, su iPad, iPhone e su tutti i tablet e gli smartphone Android.

se non vuoi perderti un numero e risparmiare 

ABBONATI SUBITO!

Leave a comment

Your email address will not be published.


*