Ultime:

I Malingri alla resa dei conti: il vento cala, la tensione sale

Le prossime 24 ore sono cruciali e, nonostante la stanchezza che avanza, i Malingri saranno costretti a spingere ancora più forte Feel Good su ogni onda e ogni raffica

La parabola verso Guadalupe è iniziata: da circa 48 ore Vittorio e Nico Malingri a bordo di Feel Good sono entrati in una zona di poco vento, ampiamente prevista. Proprio per questo motivo il Vecchio ed il Nano si erano portati più a sud possibile fino a quando il vento lo ha permesso, navigando poggiati, in modo tale da potere avere adesso, nell’aria più leggera, un angolo al vento più stretto, orzato e veloce nell’avvicinamento verso Guadalupe. Tutto come da programma, anche il vantaggio che va gradualmente diminuendo sul tempo dei francesi Yves Moreau e Benoit Lequin che nel 2007 hanno compiuto la traversata in 11 giorni, 11 ore, 25 minuti e 42 secondi. 

IL COLLEGAMENTO CON I MALINGRI DA BORDO

Attualmente Feel Good ha un vantaggio di circa 100 miglia, quando all’arrivo ne mancano circa 450, un margine che si è gradualmente assottigliato nelle ultime 48 ore ma che potrebbe comunque essere sufficiente a portare a casa il record. Le prossime 24 ore sono cruciali e, nonostante la stanchezza che avanza, i Malingri saranno costretti a spingere ancora più forte Feel Good su ogni onda e ogni raffica.

SEGUI QUI I MALINGRI

Leave a comment

Your email address will not be published.


*