Ultime:

Centurioni è ora di fare sul serio: la “Roma” da il via alla stagione Offshore

La stagione Offshore prende il via con la super classica Roma per Tutti, per Due, per Uno, regata d'apertura del Campionato Italiano Offshore

La partenza dell’edizione 2016

La stagione di regate offshore scalda i motori e l’esordio stagionale come sempre sarà dedicato alla Roma per Uno – per Due  per Tutti, classica tappa d’apertura del Campionato Italiano Offshore, in partenza da Riva di Traiano sul classi percorso Riva-Ventotene-Lipari-Riva. Tanti i motivi di interesse per quest’inizio di stagione d’altura, a cominciare dal numero di iscritti, 48 (salgono a 59 con i partecipanti alla Riva X2 Xtutti, la versione ridotta della regata), tra i quali figurano anche dieci solitari. SEGUI QUI IL TRACKING

Nella Roma per Tutti, 15 iscritti, i pronostici della vigilia vanno obbligatoriamente verso il comet 38s Scricca di Leonardo Servi, barca protagonista della stagione 2016 ed equipaggio sempre al vertice da diversi anni (ricordiamo la vittoria proprio della Roma XTutti con il First 36.7 Blueone nel 2015). Da monitorare con attenzione anche l’M37 Ottavo Peccato di Francesco De Nicolo e il Comet 41s O Guerriero di Alessandro Ciofani.

Nella X2 derby in casa Sun Fast tra Bora Fast e Lunatika, i Sun Fast 3600 di Piercarlo Antonelli e Stefano Chiarotti, quest’ultimo in coppia con il minista Ambrogio Beccaria. Saranno presenti anche tre Class 950, la veterana Pegasus di Boerio-Conforto, Una Vela per la Vita di Berio-Cocchi ed Extreme Life di Maurizio Vettorato impegnato nella X1. Sempre nella X2 una barca da tenere d’occhio in caso di ariette potrebbe essere il J109 2Hard della coppia Hartl/Wolf.

Tra i solitari, oltre al già citato Maurizio Vettorato, molto interessante il ritorno alla x1 di Carlo Potestà con l’Elan 410 Phantomas dopo la vittoria con squalifica dell’edizione d’esordio. Questa volta le polemiche e i sospetti sono azzerati, l’organizzazione ha deciso di tornare alla piombatura delle assi: vinca il migliore e giocatevela in mare.

Alberto Bona dalla Roma all’Oceano

Grande e vivo interesse anche per l’esordio in Class 40 di Alberto Bona, che ha scelto la Roma X1 come regata iniziale della preparazione che lo porterà a disputare la Transat Jacques Vabre 2017. Per il torinese si tratta del ritorno alle competizioni con una nuova barca, dopo la lunga esperienza nella classe Mini 650 con una doppia partecipazione alla Transat, una stagione particolare per il bravo velista che è alla ricerca di budget e sponsor per un programma di alto livello.

©benedettapitscheider

Bona sarà sul Class 40 ITA 55 Magalè grazie al suo armatore, Giovanni Soldini, che ha noleggiato la sua imbarcazione per un euro simbolico e l’ha messa a disposizione per due anni. Una stagione che – sponsor permettendo – condurrà di nuovo Alberto Bona in Atlantico. Sono due le regate previste in oceano dopo la Transtirrenica: la regata delle Azzorre a luglio (da Les Sables d’Olonne in Vandea a Horta e ritorno, 2.500 miglia) e la Transat Jacques Vabre a novembre (da Le Havre in Normandia a San Salvador de Bahia in Brasile, 4.350 miglia), due regate in doppio, sono questi i principali appuntamenti del calendario Class 40 per il 2017.

Pronto, motivato e impaziente di tornare sul campo di regata: questo è lo stato d’animo di Alberto Bona a due giorni della partenza della Roma x 1: ”Ho un bellissimo ricordo di questa regata che ho fatto l’ultima volta nel 2014 in equipaggio a bordo del J-111 Black Bull con il quale abbiamo vinto il campionato offshore italiano. Per me venire a regatare qui in Mediterraneo con il Class 40 è una grande emozione e un primo passo per i prossimi appuntamenti in oceano. E’ la mia prima regata in solitario sul Class 40 e ho tanta voglia di navigare dopo tutta la fase di preparazione della barca. Il percorso è molto bello, anche tecnico viste tutte le transizioni che ci possono essere vicino a costa o nel passaggio delle isole. Questa barca per camminare forte ha bisogno di vento…Speriamo ce ne sia!”

SCOPRI TUTTE LE NEWS DI REGATE E SPORT

Leave a comment

Your email address will not be published.


*