Ultime:

Un salvavita chiamato EPIRB: tutto quello che c’è da sapere (e come sceglierlo)

In caso di emergenza, l’Epirb è l’unico strumento salvavita in grado di segnalare con precisione la vostra posizione, allertando i soccorsi. Come funziona?

In caso di emergenza, l’Epirb è l’unico strumento salvavita in grado di segnalare con precisione la posizione della barca in difficoltà, allertando i soccorsi. Non per niente, è obbligatorio a bordo per le navigazioni oltre le cinquanta miglia.

A COSA SERVE
Epirb è l’acronimo di Emergency Position Indicating Radio Beacon; si tratta di una particolare radio che ha lo scopo di mettere in comunicazione chi si trova in una situazione di pericolo in mare e una stazione a terra. Gli Epirb esistono già da decenni, ma per molto tempo sono stati utilizzati soltanto in campo aeronautico e, in un secondo momento, dalla marina mercantile. Recentemente, sono stati introdotti sul mercato alcuni modelli per la nautica da diporto.

COME FUNZIONA
Il segnale di un Epirb, lanciato sulle frequenze radio 406 o 121,5 MHz, inizialmente è captato dai satelliti o dagli aerei, poi rimbalza alle stazioni LUT (Local User Terminal) dislocate in tutto il mondo, che lo memorizzano e lo codificano; in seguito è trasmesso ai centri MCC (Mission Control Center) e, infine, viene inviato ai centri RCC (Rescue Control Center) che si occupano di mobilitare e coordinare i mezzi di soccorso. In territorio italiano, la Stazione LUT del sistema satellitare è situata a Bari Palese…

LEGGI DI PIU’ E SCOPRI I MIGLIORI MODELLI

Leave a comment

Your email address will not be published.


*