Ultime:

Le regate su e giù per lo stivale: da Genova a Bari, in acqua derive ed altura

Regate per tutti i gusti: a Genova i laser, ad Anzio e Bari monitipi ed altura. Gli ultimi weekend invernali regalano giornate ventose e tanto divertimento

Un momento dell’Invernale Città di Bari. Foto Antonella Battista

Su e giù per lo stivale le regate non si fermano mai. Con la stagione fredda che volge verso il termine i Campionati Invernali della penisola stanno per concludersi con gli ultimi sussulti e da nord a sud ogni weekend sono migliaia gli appassionati impegnati tra le boe. Non solo campionati invernali, ma anche una vivace attività delle classi olimpiche. Torna la nostra rubrica dedicata alle regate della settimana, andiamo a vedere cosa è successo negli ultimi weekend.

Italia Cup Laser

A Genova si sono riuniti alcuni degli specialisti di quella che è senza dubbio la deriva più diffusa in Italia e non solo. Il forte Libeccio ha reso il fine settimana difficile, ma alla fine il Comitato è riuscito a disputare due prove in buone condizioni meteo.

Classe Laser Standard

1° classificato Overall e 1° classificato Under 21: Nicolò Villa (Circolo Velico Tivano)

2° classificato Overall: Zeno Gregorin (SV Cosulich)

3° classificato Overall: Lorenzo Dattilo (Tognazzi Marine Village)

Classe Laser Radial

1° classificata Overall Femminile: Valentina Balbi (Yacht Club Italiano)

2° classificata Overall Femminile: Joyce Floridia (Fiamme Gialle)

3° classificata Overall  Femminile: Martha Faraguna (Yacht Club Adriaco)

Classe Laser 4.7

1° classificata Overall Femminile e 1° classificata Over 17 Femminile: Federica Cattarozzi (CV Torbole)

2° classificata Overall Femminile: Lucia Nicolini (CV Canottieri Intra)

3° classificata Overall Femminile: Chiara Benini (Fraglia Vela Riva)

www.yci.it

J24 e Altura ad Anzio e Nettuno

Anche se le vittorie nelle due regate disputate sono andate all’equipaggio ungherese di Juke Boxe e a Pelle Nera (armato da Paolo Cecamore -Nettuno YC- ma questa volta timonato dall’attuale campione ungherese J24 Gabor Sallai e non dal campione del mondo 2014 della classe Soling, l’ungherese Farkas Litkey), La Superba, il J24 del Centro Velico di Napoli della Marina Militare timonato da Ignazio Bonanno in equipaggio con Simone Scontrino, Alfredo Branciforte, Francesco Picaro e Vincenzo Vano, dopo essersi laureato Campione d’Inverno 2016, si è aggiudicato con una giornata d’anticipo anche la vittoria finale del Campionato Invernale 2016-2017. Il prossimo ed ultimo appuntamento della Flotta J24 romana con il 42° Campionato Invernale è fissato per domenica 12 marzo. In Altura successo meritato in IRC di “Purchipetola” Half Ton di Domenico Rega(CVFiumicino) con alla tattica Pino Stillitano, seguito da “la cage auX folles” XP 33 di Mario Bellotti (RYCCSavoia) con al timone Raimondo Cappa, al terzo posto “ Loucura” il Farr 31 del neo Presidente UVAI Fabrizio Gagliardi (CVRoma). In ORC vince “le cage auX folles” seguito da “Purcipetola” e da “Calipso” il First 40 di Andrea Orestano (CVRoma) primo in reale all’arrivo. In Classifica Generale sia in IRC che in ORC, “la cage auX folles” mantiene saldamente il comando ad una giornata dal termine del Campionato, seguito da “Calipso” e da “Purchipetola”.

www.cvroma.com

Invernale Città di Bari

Si è disputata in una domenica di nuvole e vento di scirocco con raffiche fino ai 30 nodi la terza giornata del Campionato Invernale di vela D’Altura Città di Bari 2017. 35 le imbarcazioni d’altura impegnate in un percorso costiero a nord di Bari di circa 20 miglia. La quinta prova della terza giornata è stata vinta in Overall dall’imbarcazione Dolphin dell’armatore Antonio Riccardo LNI), secondo posto Jolly Roger di Angelo Volpe ( C.C.Barion) seguito da Morgan IV di Nicola De Gemmis (C.C.Barion) In classifica generale dopo le prime 5 prove al termine della terza giornata in classifica OVERALL per l’Altura testa a testa tra gli equipaggi delle imbarcazioni Morgan IV di Nicola De Gemmis (CC Barion) e Obelix di Giuseppe Ciaravolo (CUS Bari), terzo posto alla NEO Poliba di Eugenio Di Sciascio (CUS Bari). E’ evidente la grande competizione e lo spessore degli equipaggi, che al di là della partecipazione, vogliono conquistare il titolo.

http://www.campionatoinvernalebari.it/

Leave a comment

Your email address will not be published.


*