Ultime:

Il sobrio Spithill: “Questa è la barca che useremo per vincere l’America’s Cup”. Oracle lancia l’AC50

Con una cerimonia in puro stile USA, il defender ha svelato il nuovo AC50 ribattezzato "17" in barba alla scaramanzia e James Spithill si dice sicuro di vincere la Coppa

Botta e risposta. Team New Zealand lancia il suo AC50 a “pedali”, Oracle replica con la “spacconeria” di James Spithill che al lancio del nuovo catamarano dichiara: “Questa è la barca che useremo per vincere l’America’s Cup“. Mancano ancora più di tre mesi all’inizio della Coppa America delle Bermuda, ma il clima è già da guerra psicologica.

Con la solita cerimonia in stile stelle e strisce,  il defender Oracle Team USA ha svelato al mondo velico il nuovo AC50. Una piccola folla di giornalisti riunita fuori da un hangar, una porta scorrevole che si apre e tra il fumo scenico emerge la sagoma del nuovo catamarano volante. Poi gli annunci muscolari e decisi del timoniere australiano: è così che Oracle risponde, con la tipica retorica del defender, alle innovazioni progettuali di Team New Zealand. In barba alla scaramanzia da velisti, il nuovo AC50 è stato ribattezzato “17”.

In mezzo a tanto “fumo”, il dato più interessante della cerimonia svoltasi alla base americana delle Bermuda è uno: la barca USA ha i coffee grinder classici. Quindi tra i tre top team (il defender, Land Rover BAR Racing ed Emirates Team New Zealand), gli unici ad avere scelto una strada progettuale differente sono i kiwi. Nelle poche settimane rimaste prima dell’inizio delle regate è da escludere che BAR Racing possa cambiare impostazione e “copiare” i neozelandesi, ammesso che la scelta kiwi si riveli vincente. Diverso il discorso del defender, che avrà più tempo prima della sfida finale per potere studiare gli sfidanti e potrebbe, ma appare difficile, cambiare qualcosa in corso d’opera.

A tal proposito Scott Ferguson, coordinatore del design team Oracle, ha precisato: “La maggior parte delle decisioni progettuali sono state prese e sono già visibili questa sera”. L’AC50 andrà subito in acqua per i primi speed test, ne sapremo di più nei prossimi giorni.

Mauro Giuffrè

 

Leave a comment

Your email address will not be published.


*