Ultime:

Dossier Porti 2015 – Alla scoperta dell’Adriatico centro-settentrionale

Termina con la quinta puntata, dedicata all'Adriatico centro-settentrionale, il nostro viaggio alla scoperta dei principali marina e porti attrezzati italiani

miramare
Termina con la quinta puntata, dedicata all’Adriatico centro-settentrionale, il nostro viaggio alla scoperta dei principali marina e porti attrezzati della costa italiana:
partiremo con una panoramica sulla situazione ormeggi (con tanto di prezzi indicativi), poi vi indicheremo un itinerario ideale e infine vi proporremo il “listone” dei marina dell’area analizzata.

Schermata 2015-08-03 a 12.37.36L’ANALISI DEI MARINA
Tra Emilia Romagna, Veneto e Friuli Venezia Giulia si trovano ben 46 dei 194 porti turitici totali delle coste italiane, nei quali sono disponibili per i diportisti un totale di circa 30mila posti barca. è in assoluto l’area costiera con la maggiore capillarità in tutto il territorio nazionale. Non per niente è considerata la casa della vela… I servizi qui sono di alto livello e in grado di accogliere barche di ogni tipologia: sono tanti i porti di queste regioni che possono infatti contare su veri e propri centri di assistenza capaci di effettuare qualunque tipologia di intervento. Si tratta oltretutto di marine che hanno costi in media abbastanza bassi e compresi cioé tra un minimo di 3.500 e un massimo di 6.000 euro per un dodici metri. In più anche la tipologia dei marina qui presenti è molto diversa. Si va dai porti turistici superattrezzati, con un gran numero di servizi a terra (non solo tecnici, ma anche commerciali) a strutture perfettamentew integrate nel tessuto urbano. Lo sforzo principale, in termini di crescita dei posti barca, nelle ultime stagioni lo ha fatto l’Emilia Romagna: storicamente regione dedicata al turismo terrestre, può adesso contare su marina di tutto rispetto e in fase di costante evoluzione.

Schermata 2015-08-03 a 12.38.53ITINERARI
Movida e storia in Emilia Romagna
La divertente riviera della Romagna ha tanto da dire in tutti i sensi. Iniziando proprio da Rimini, dove sono tanti i monumenti da ammirare: quelli Romani, come il Ponte di Tiberio, quelli medievali, come il Tempio Malatestiano, e quelli rinascimentali, come il Castel Sismondo. Tra le tante cittadine balneari che punteggiano poi il litorale romagnolo, una tra le più interessanti da visitare è Cervia. Cittadina eterogenea, è formata da frazioni che si allungano sulla costa: le più famose sono Milano Marittima, uno dei luoghi cult della vita notturna romagnola, e Pinarella, nella quale si trova una splendida pineta, meta per percorsi di trekking e mountain bike. Nell’entroterra si visita la Riserva Naturale delle Saline di Cervia, complesso per l’estrazione del sale marino già attivo in epoca etrusca. Chi ama arte e storia antica non perda una visita a Ravenna. Antica capitale dell’impero Romano e poi dell’Esarcato bizantino, ospita edifici unici al mondo, come la Basilica di Sant’Apollinare Nuovo. Fatta erigere nel 505 d.C., è riccamente decorata con meravigliosi mosaici. Altrettanto affascinante è il Mausoleo di Galla Placidia, risalente alla prima metà del V secolo d.C., le cui cupola e interni ospitano anch’essi mosaici di incredibile bellezza. Oltre Ravenna si trovano poi i particolari specchi d’acqua, noti come Valli di Comacchio. Nati attorno al X secolo per l’abbassamento della costa, inizialmente erano riempite di acqua dolce, che proveniva dalle ricorrenti alluvioni. Dal XVI secolo vennero riempite dalle acque marine, che fornirono l’aspetto selvaggio, che conservano oggi, di valli salmastre.

Schermata 2015-08-03 a 12.39.09In Veneto non c’è solo Venezia
Diviso tra Veneto e Romagna da vedere è il Parco del Delta del Po: ospita il sistema di canali della foce e un’ambiente naturale unico. Le diramazioni che si trovano nella parte meridionale del Veneto, quella che circonda il borgo storico di Porto Viro, sono quelle del Po di Maistra, del Po di Venezia e del Po della Pila. Quest’ultimo sbocca nell’Adriatico attraverso tre distinte bocche, chiamate Busa di Tramontana, Busa Dritta e Busa di Scirocco. Quasi “capitale” di questo territorio unico, costruita su una piccola area peninsulare tra la Laguna di Venezia ed il Delta del Po, si trova la storica cittadina di Chioggia. Soprannominata “la Piccola Venezia” per le caratteristiche della sua zona antica molti simili a quelle della Serenissima, il borgo è un mix di calli, campi e canali. Il principale di questi, per la bellezza dei palazzi e delle chiese che vi si affacciano, è di certo il Canal Vena. Cosa dire poi di Venezia: è la città sull’acqua più famosa al mondo e ospita monumenti che hanno fatto la storia architettonica e non solo di tutto il Paese, a partire da Piazza San Marco. Sulla lunga isola che separa la città dal mare aperto si trova invece il Lido di Venezia curiosa località turistica internazionale. Tutto attorno ecco la spettacolare Laguna di Venezia: nel grande specchio d’acqua che circonda la Serenissima da vedere sono le isole di Murano e Burano. Dopo Venezia, la costa veneta ospita invece diversi centri balneari divertenti, come Jesolo, Caorle, Bibione e Lignano Sabbiadoro. Quest’ultimo è in realtà la prima propaggine friulana della costa adriatica.

Schermata 2015-08-03 a 12.39.20Friuli Venezia Giulia da scoprire
Entrati in Friuli Venezia Giulia, non è terminata la sequela di selvaggi specchi d’acqua che si intersecano come la suggestiva Laguna di Marano. Inserita tra la sabbiosa penisola di Lignano e l’altrettanto selvaggia Laguna di Grado, quella di Marano è una realtà naturalistica unica fatta di strisce di terra e sabbia, poste a filo d’acqua e conosciute come “velme”, e zone emerse, definite “barene”. Nella confinante Laguna di Grado la natura è similmente selvaggia e circonda la piccola cittadina che le dà il nome e che è un gioiello storico e architettonico. Situata infine nell’estremo nordest italiano e affacciata sul golfo omonimo, Trieste si allunga su un pendio collinare che diventa montagna anche vicino al centro. È proprio nella parte storica della città che si trova invece il Borgo Teresiano, la zona edificata nel XVIII secolo dopo l’interramento delle saline per ordine dell’Imperatrice Maria Teresa d’Austria. Non distante si raggiunge invece il Caffè San Marco, locale storico della città e celebre per essere ed essere stato uno dei principali ritrovi degli intellettuali mittleuropei della città, tra i quali Italo Svevo, Umberto Saba e persino James Joyce. Da vedere infine in città, tra i tanti monumenti, almeno la Cattedrale di San Giusto (risalente al 1300), il principale edificio religioso cattolico. Si trova sulla sommità dell’omonimo colle che domina la città ed è caratterizzata da un’ austera facciata arricchita da un enorme rosone di pietra carsica.

IL “LISTONE” DEI MARINA E PORTI ATTREZZATI
Marina di Rimini
www.marinadirimini.com
Marina di Cervia
www.mdcresort.it
Marina di Ravenna
www.marinara.it
Marina di Albarella
www.albarella.it
Marina di Porto Levante
www.marinadiportolevante.it
Marina Nuova di Porto Levante
www.marinanuova.it
Marina di Chioggia
www.marinadichioggia.com
Darsena Le Saline
www.darsenalesaline.com
Marina Vento di Venezia
www.marina.ventodivenezia.it
Marina Sant’Elena
www.santelena.venicemarinas.com
Marina del Cavallino
www.marinadelcavallino.com
Darsena dell’Orologio di Caorle
www.darsenaorologio.com
Marina Punta Faro
www.marinapuntafaro.it
Porto San Vito
www.portosanvito.it
Marina San Giusto
www.marinasangiusto.it

ESPLORA IL NOSTRO DOSSIER PORTI 2015

Leave a comment

Your email address will not be published.


*