Arriva il film-denuncia "The cove" che irrita i giapponesi

[pubb.: 2010-09-17 12:22:21]
Arriva il film-denuncia

Il controverso film-denuncia sulla mattanza dei delfini in Giappone, Premio Oscar 2010, dal 15 settembre è arrivato in tutte le librerie nel formato DVD + libro distribuito nella collana Feltrinelli Real Cinema (16,90 euro).

Il film che ha indignato e commosso le platee di mezzo mondo, conquistato i più prestigiosi titoli internazionali, oltre all'Academy Award e al premio del pubblico dell'ultimo Sundance Film Festival, giunge in Italia preceduto da numerose polemiche. Soprattutto in Giappone, i movimenti nazionalisti hanno tentato di ostacolarne la proiezione perché "offendeva la dignità del Paese".


La pellicola firmata dal regista Louie Psihoyos punta i riflettori su Taiji, placida laguna giapponese dove ogni anno per sei mesi si danno appuntamento i cacciatori di cetacei, pescatori e acquirenti occidentali pronti a sborsare anche 150 mila dollari per aggiudicarsi un delfino da destinare agli show acquatici, mentre il resto degli esemplari è carne da macello. Per i governi nipponici, il fatto che Hollywood abbia scelto proprio il Giappone per far vedere tali orrori non è da considerarsi un caso.

Tesi in netto contrasto con l'impegno globale per l'ambiente del regista e di Ric O'Barry, protagonista di The Cove, celebre addestratore di delfini della popolare serie TV Flipper, che nell'esclusiva intervista a Current per lo Speciale The Cove, rivela: "Al momento mi sto interessando alla campagna di liberazione dei delfini in Messico. Bisogna studiare un piano e soprattutto passare all'azione: esserci è fondamentale". Autore del libro Behind the dolphin smile, O' Barry spiega: "Dietro il sorriso di un delfino libero, come quelli che si possono vedere lungo le coste italiane, c'è gioia e felicità. Diverso per quelli in cattività, il cui sorriso nasconde sottomissione". Infine un appello al pubblico: "Smettetela di comprare biglietti per gli show acquatici".

IL FILM
Ric O'Barry, il protagonista di The Cove, è stato l'addestratore di delfini della popolare serie TV Flipper. Dal giorno in cui Kathy, femmina di delfino, si è lanciata fuori dalla vasca per suicidarsi, O'Barry ha iniziato a impegnarsi per il boicottaggio dei parchi acquatici. Oggi le energie di Ric O'Barry sono concentrate su The Cove, placida laguna giapponese dove ogni anno per sei mesi si danno appuntamento i cacciatori di cetacei, pescatori e acquirenti occidentali pronti a sborsare anche 150 mila dollari per aggiudicarsi un delfino da portare nelle loro megapiscine. I giapponesi catturano illegalmente 23 mila delfini l'anno. Ma quasi la metà dei delfini che vivono in cattività muore nel giro di due anni. The Cove è un film sospeso fra il giornalismo investigativo e l'eco-avventura. Oltre all'attenzione ricevuta dai media, il primo importante risultato ottenuto dal documentario è stato di far bloccare il programma che prevedeva l'introduzione del delfino nel menù delle mense scolastiche.

IL REGISTA
Nato nel 1957 in una famiglia greca immigrata nello Iowa, Louie Psihoyos è uno dei migliori fotografi naturalistici del mondo. Appassionato subacqueo e fotografo marino, si sente in dovere di mostrare al mondo il degrado in cui versa l'elemento che ricopre il 70 per cento del nostro pianeta, l'acqua. Assieme a Jim Clark, nel 2005 ha fondato la Società per la Conservazione dell'Oceano, un'organizzazione senza scopo di lucro per salvaguardare gli oceani dalla distruzione e ammirarne la bellezza.

>> Guarda il trailer di The Cove

Titolo *
Commento
caratteri rimanenti: [5000]
Autore *
Email

obliquid hosting and development
This page is cached!